Monumento a Napoleone Bonaparte ad Ajaccio
adv

Anniversario della nascita, il 15 agosto del 1769, di Napoleone Bonaparte

Napoleone Bonaparte, primo a diventare Imperatore dei Francesi, nacque in Corsica, nella cittadina di Ajaccio. Ma conosciamo realmente le sue origini? Scopriamole insieme.

Napoleone nacque suddito del Re di Francia per poco. Infatti, da poco più di un anno l’isola del Tirreno era passata dal dominio di Genova a quella francese tramite il Trattato di Versailles (15 maggio del 1768). 

La Corsica divenne, così, parte del patrimonio personale del Re di Francia (all’epoca, sedeva sul trono francese Luigi XV). 

Origini genovesi per i Bonaparte

I Bonaparte facevano parte della piccola borghesia còrsa, ma da dove provenivano? Il primo dei Bonaparte del quale abbiamo notizia era un notaio di Sarzana, attualmente in Provincia della Spezia (Liguria), residente in città  nella prima metà del XIII secolo. Il suo nome era Bonaparte di Gianfardo

La famiglia doveva godere di grande potere in città visto che possedeva diversi terreni e addirittura una casatorre (costruzione fortificata) vicino alla Pieve di Sant’Andrea (il più antico edificio del comune). Godeva, inoltre, di particolari privilegi civici (burgenses superiores). 

Il notaio sembra comprovato ormai che provenivano dalla Toscana, terra che ha avuto sempre un profondo legame con la Corsica, più precisamente da San Miniato

Napoleone Bonaparte mentre attraversa le Alpi

I Bonaparte ebbero i primi contatti con Ajaccio tramite Francesco che si trasferì nell’importante città corsa nel 1510, come funzionario della genovese Banco di San Giorgio

Fu nel 1567 l’anno nel quale, con Gabriele, la famiglia lasciò per sempre Sarzana per trasferirsi in Corsica. 

Bonaparte o Buonaparte? 

Il cognome, originariamente, era Buonaparte e non Bonaparte, Fu lo stesso Napoleone a modificarlo, dopo la morte del padre e pochi giorni prima di convolare a nozze con Giuseppina de Beauharnais, nel 1797. 

Perché? Perché stava per guidare la Campagna d’Italia, 1796, e voleva avere un cognome che suonasse il più francese possibile.  

I genitori di Napoleone Bonaparte

Carlo Maria Buonaparte e Maria Letizia Ramolino: questi furono i genitori. Entrambi erano di lingua italiana, tanto che la madre non parlò mai bene la lingua francese sebbene fosse stata insignita del titolo di Madame Mère. Inizialmente, i Bonaparte furono fortemente indipendisti e patrioti corsi, fedelissimi dell’eroe nazionale Filippo Antonio Pasquale de’ Paoli (più noto come Pasquale Paoli). 

Dei due, chi ebbe maggiore influenza sul futuro gigante della Rivoluzione Francese fu la madre (come vedremo in un futuro articolo). 

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.