adv

Il corteo si svolge nella mattinata del 29 agosto dopo il rientro in città delle autorità ecclesiastiche, civili e militari dal santuario dove viene venerata la compatrona di Bovino, Maria SS. Di Valleverde

Luminarie, fuochi pirotecnici, bande e concerti musicali a corredo della solenne processione serale sono la connotazione classica dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima di Valleverde, dal 28 al 30 agosto. Il triduo è preceduto da un popolare pellegrinaggio a piedi di 9 giorni. La manifestazione più importante che contraddistingue la festa è senza dubbio la Cavalcata storica.

Il corteo storico

È composto da quattro quadri in costume d’epoca: il primo quadro introdotto da rulli di tamburi e squilli di trombe rievoca l’epoca medievale dell’apparizione mariana con ingresso in città della statua della madonna scortata dai cavalieri, sbandieratori e seguita da 12 vescovi che presenziarono alla posa della prima pietra del Santuario di Valleverde nel 1266. Il secondo quadro ricorda il signor Marino Boffa notabile di bovino che ottiene dalla Regina Giovanna II D’Angiò con diploma del 15 giugno 1434 l’istituzione della fiera per 9 giorni di ogni anno 4 giorni della decollazione di San Giovanni Battista del 29 agosto. Il terzo quadro invece rievoca la visita del santuario nel 1630 della Serenissima donna Maria d’Austria sorella del re di Spagna Filippo IV in occasione della sua permanenza a Bovino presso la Corte dei Duchi di Guevara. L’ultimo è il quadro settecentesco che rappresenta il duca Giovanni Maria e la Duchessa Annamaria Suardo, conseguito delle famiglie notabili. Infine seguono i gruppi folkloristici della tradizione cittadina e i cavalieri. L’atmosfera è accompagnata dalle armonie della banda musicale e dagli spari di mortaretti che accolgono festosamente la processione del simulacro della Madonna.

La fiera del 29 Agosto

La fiera del 29 agosto fu istituita dalla Regina Giovanna II D’Angiò con il diploma del 15 giugno del 1434 su volere di Messer Marino Boffa, signore di Bovino. Anticamente aveva luogo ogni anno per giorno della decollazione di San Giovanni Battista. Con decreto di Gioacchino Napoleone del 20 dicembre 1810 si autorizza al comune di Bovino di effettuare la fiera dal 28 al 30 agosto di ogni anno.