adv

WhatsApp ha oramai da tempo soppiantato gli SMS, vantando un’interfaccia di facile comprensione e presentandosi come un programma semplice da utilizzare.

Per quanto quest’app sia entrata a far parte delle nostre vite, non tutti sanno che WhatsApp presenta alcune caratteristiche che facilmente possono sfuggire ad un utente medio.

Cerchiamo quindi di vedere insieme le 7 funzioni segrete di WhatsApp che potrebbero tornarvi molto utili.

Numero 1: WhatsApp Web

La prima funzione che pochi conoscono di WhatsApp è la possibilità di utilizzare WhatsApp Web per massimizzare la propria produttività. Tramite WhatsApp Web è infatti possibile visualizzare e rispondere ai messaggi mandati sul nostro account da computer.

L’utilizzo è molto semplice, non dovremo far altro che connetterci a questo indirizzo ed eseguire le operazioni che ci vengono mostrate.

Il codice QR verrà automaticamente cambiato ogni pochi secondi, pertanto assicuratevi di inquadrare sempre la pagina Web aggiornata e non una foto della stessa. Una volta connessi, una pagina del vostro browser diverrà “WhatsApp Web, e avrete la possibilità di scrivere messaggi, vedere video, foto e ascoltare messaggi vocali direttamente da PC.

È possibile perfino scaricare l’app di WhatsApp Web direttamente su computer per evitare ogni volta di collegarsi al sito da browser di terzi.

Numero 2: scoprire chi ha letto i tuoi messaggi in un gruppo WhatsApp

Molte volte i gruppi di WhatsApp danno non poche noie, soprattutto quando sono parecchio numerosi. Potrebbe interessarci mandare un messaggio ad una persona specifica sul gruppo e accertarci che essa l’abbia letto. Come risolvere questo problema in assenza della doppia spunta blu, che abbiamo invece nelle chat private?

Ebbene anche nei gruppi di WhatsApp, in realtà, esiste la doppia spunta blu di conferma.

Per raggiungere una schermata di questo tipo in un gruppo è sufficiente tenere premuto sul messaggio del  quale vogliamo maggiori informazioni. In alto tra le varie icone apparirà una “i” in un cerchietto, cliccandoci potremo sapere quali utenti nel gruppo hanno ricevuto o letto il nostro messaggio.

Numero 3: modificare lo stile di scrittura

È molto interessante poter modificare i testi nei nostri messaggi di WhatsApp. Questa funzione viene utilizzata da pochi, ma può aggiungere varietà a ciò che scriviamo ed è molto semplice da mettere in pratica.

Segnando infatti una parola fra due asterischi, essa apparirà in grassetto. Questa funzione può essere utilizzata per far risaltare degli elementi nel messaggio.

Segnando invece una parola tra due underscore o trattini bassi, la parola apparirà in corsivo.

Utilizzando infine due caratteri tilde all’inizio alla fine di una parola, la faremo apparire sbarrata.

Questa modifica puramente estetica sarà visibile da tutti coloro i quali visualizzeranno il nostro messaggio e donerà un tocco di personalità ai nostri testi.

Numero 4: taggare o menzionare una persona in un messaggio

Questa funzione è molto utile e interessante, permettendoci di indirizzare messaggi specifici nei gruppi. Un’utilità di quest’opzione che pochi conoscono, consiste nell’invio di avvisi anche per utenti che hanno silenziato il gruppo. Qualora infatti anche un nostro amico avesse silenziato il gruppo perché infastidito dai troppi messaggi, menzionandolo in un messaggio gli arriverà ugualmente una notifica.

In caso di comunicazioni urgenti, qualora non riusciste a contattare su WhatsApp una persona, potreste tentare di menzionarlo in un gruppo, poiché non siete a conoscenza delle chat da lui silenziate.

Per menzionare un contatto basterà usare un metodo analogo a quello utilizzato da Twitter. Scrivendo infatti la chiocciola potremo vedere una lista di tutti i contatti inclusi nel gruppo e premendo su uno di essi l’avremmo taggato con successo. Il suo nome apparirà di colore blu e la menzione potrà essere vista da ogni utente nel gruppo.

Numero 5: rispondere ad un messaggio rapidamente

Questa funzione è ormai utilizzata da molte persone, poiché si rivela salvifica nei gruppi, soprattutto in quelli numerosi. Permettendoci di scrivere risposte a dei messaggi ben definiti, si evita il caos in chat affollate.

Ciò che molti non sanno è che la funzione di risposta accessibile in due modi: il metodo classico consiste nel tenere premuto su di un messaggio e premere sulla freccia alla destra del numero uno. Si può però rispondere in modo molto più rapido, tenendo premuto su di un messaggio e cliccando sul campo utilizzato per scrivere un messaggio.

In qualsiasi dei due modi vogliate procedere, il risultato sarà lo stesso. Ciò nonostante ho trovato molto più comodo e veloce il secondo metodo, in particolare su schermi grandi, poiché non vi è la necessità di toccare il bordo superiore del display. Con il formato in 18:9 che avanza e le dimensioni dei telefoni che oramai sfiorano i 6 pollici, può essere comodo abituarsi fin da subito rispondere a un messaggio senza utilizzare la freccia.

Numero 6: nascondere spunte blu, ultimo accesso, stati e non solo!

Questa funzione è un’arma a doppio taglio: utilissima in caso di partner troppo gelosi o genitori opprimenti, ma con un “difetto”. Nascondendo il vostro ultimo accesso, infatti, non potrete vedere quello dei vostri contatti, lo stesso dicasi per le doppie spunte blu che saranno eliminate dalle chat per entrambe le persone a parlare.

Attivare o meno queste funzioni è una scelta che spetta a voi, decidete con attenzione mettendo sul piatto della bilancia pro e contro. Qualora vi interessasse vediamo subito come procedere: premendo sui tre pallini in alto a destra su WhatsApp recatevi su Impostazioni > Account > Privacy.

Vi troverete di fronte a questa schermata:

Analizziamo con calma le impostazioni di Privacy partendo dall’alto:

  • Ultimo accesso: con questa opzione potremmo decidere a quali contatti escludere la possibilità di vedere quando abbiamo effettuato l’ultimo accesso.
  • Immagine del profilo: tramite questa opzione potremmo impedire a nuovi contatti che non abbiamo in rubrica di vedere la nostra foto profilo senza averli prima aggiunti in rubrica.
  • Info: da qui potremmo nascondere ad alcuni contatti, o a tutti, quello che una volta era lo stato, mentre ora rappresenta le info del profilo.
  • Stato: questa opzione è molto interessante poiché permette una duplice configurazione: potremmo scegliere delle persone che non potranno vedere le storie che faremo su WhatsApp, o addirittura di scegliere solo con chi condividerle. Lasciando l’opzione di default, invece, tutti i contatti nella nostra rubrica potranno vedere le nostre storie.
  • Posizione attuale: si può utilizzare solo nel caso in cui stessimo condividendo la nostra posizione con qualcuno o su un gruppo, per decidere chi non autorizzare a ricevere dati sulla nostra locazione.
  • Conferme di lettura: questa è l’opzione da disattivare se volete togliere le spunte blu in favore delle vecchie spunte grigie. Vi ripeto che non potrete vedere nessuna conferma di lettura a vostra volta oltre a non inviarne.
  • Contatti bloccati: come da nome, è una semplice lista di riassunto dei contatti da voi bloccati, che potete sbloccare anche da questo menu premendo su un contatto e confermando su “sblocca”.

Numero 7: aggiungere un collegamento rapido ad una chat

Qualora utilizzaste spesso una chat specifica con una persona o con un gruppo, può essere molto comodo utilizzare questa funzione. Il collegamento creato andrà a occupare un posto sulla nostra schermata home, come una vera e propria app.

Aprendo questo collegamento non faremo altro che indirizzare immediatamente l’app di WhatsApp sulla conversazione da noi scelta. Creare un collegamento è molto semplice.

Una volta aperta una chat, premete sui tre punti in alto a destra, dopodiché andate su Altro > Aggiungi collegamento. L’app procederà a creare e aggiungere automaticamente alla vostra home il collegamento da voi richiesto.