8 maggio 1945: la Germania nazista si arrende
adv

Era l’8 maggio 1945 quando la Germania si arrese agli Alleati. La II Guerra Mondiale in Europa terminava

L’Europa insanguinata e martoriata dalla II Guerra Mondiale vide terminare le proprie sofferenze immediate l’8 maggio 1945. I tedeschi si arrendevano definitivamente, di notte, tra le macerie di una Germania completamente distrutta. 

La resa della Germania nazista: ore 21.20 dell’8 maggio 1945 

Rappresentanti delle tre forze armate tedesche dell’OKW (Oberkommando der Wermacht) firmarono la resa incondizionata del loro paese di fronte ai rappresentanti sovietici  e degli altri Alleati nella capitale del Reich nazista,  a Karlshorst (sobborgo di Berlino), ormai saldamente in mano comunista. 

Erano le 21.20, ora locale. 

Tre versioni del testo 

Un documento di tale importanza ha tre versioni: in lingua inglese, russa e tedesca. Solo le prime due furono riconosciute come legalmente valide ai sensi del diritto internazionale. Quella tedesca no perché rappresenta la parte sconfitta. 

Giorno della Vittoria non univoca

In Francia, nella splendida cittadina medievale di Reims, la mattina del 7 maggio 1945 era stata firmata una precedente resa non del tutto vincolante per tutte le forze armate alleate. 

Proprio per questo motivo, il Giorno della Vittoria non è celebrato in tutta Europa nel medesimo giorno. 

L’8 maggio è festeggiato in paesi quali la Germania, la Francia e la stessa Italia, mentre nell’Europa dell’Est e in Israele il 9 maggio. 

Speriamo che un giorno non lontano, questa giornata così importante sia celebrata in maniera univoca da tutte le parti coinvolte. 

Per il bene della Storia e dell’Europa