adv

I bianco-neri – al secondo “x” consecutivo – attendono adesso la Lazio, reduce da tre punti nelle ultime cinque partite, e hanno alle spalle, a sei lunghezze, la squadra di Conte, largamente vittoriosa, stasera, a Ferrara.

In coda, il Brescia – affondato a Bergamo – appare spacciato, appunto con la Spal, mentre a Lecce si continua a sperare – nonostante la terribile battuta d’arresto interna con la Fiorentina – grazie alla sconfitta del Genoa a Torino, sponda granata.

L’Udinese, a 6 punti, è la più vicina alla squadra della lanterna e i cugini blu-cerchiati, alla seconda vittoria consecutiva – a spese del Cagliari – si portano a quota 38 in attesa della difficile trasferta a Parma, dove troveranno una squadra reduce dalla sconfitta di San Siro, contro il Milan.

La Roma regola il Verona mentre Bologna e Napoli si dividono un punto a testa in un incontro in cui, felsinei e partenopei, hanno giocato senza grandi interessi di classifica; entrambe non hanno molto da chiedere a questo torneo.

Al prossimo turno, Verona – Atalanta, Roma – Inter e Juventus – Lazio, sono gli incontri che interessano le prime quattro; sportivamente drammatica e, forse, decisiva – per la permanenza nella massima divisione – si disputerà a Marassi, Genoa – Lecce.