adv

Oggi, 14 maggio 2020, sono scesi in piazza i tassisti di Napoli, per mancanza di protezioni adeguate

Proprio in queste ore, a Napoli, in Piazza del Plebiscito si è riunito un numero consistente di tassisti per manifestare davanti al Palazzo della Prefettura

Richiesto un tavolo di crisi

Questa protesta, nata dal basso, ha lo scopo di richiedere al Prefetto del capoluogo partenopeo, Marco Valentini (in carica dal gennaio 2020), un tavolo di crisi per trovare una soluzione alla protesta. 

Il motivo della protesta dei tassisti

I tassisti protestano perché si sentono abbandonati, in questa crisi generata dal Coronavirus, dalle Istituzioni, a tutti i livelli. 

Lamentano, infatti la “mancanza assoluta di interventi istituzionali, locali e nazionali, di supporto alla categoria“. 

Non avrebbero ricevuto nessun tipo di sovvenzione per l’acquisto di mascherine, guanti e divisori tra conducente e passeggeri. 

Anche la sanificazione, giornaliera, dei veicoli sono a spesa dei tassisti. 

Una situazione molto precaria, aggravata, dal blocco delle attività e dei movimenti che ha sensibilmente diminuito le entrate di questa categoria così importante per la nostra società. 

Vi terremo aggiornati su eventuali sviluppi.