ADDIO A SERGIO MARCHIONNE: RIVOLUZIONO' IL MONDO AUTOMOBILISTICO
adv

Dopo quasi un mese di calvario a Zurigo si è spento oggi nella mattinata Sergio Marchionne, il “manager che rivoluzionò la Fiat”

ZURIGO, 25/07/2018: il mese scorso Sergio Marchionne, CEO della Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e Presidente della Ferrari, viene ricoverato d’urgenza in una clinica della città elvetica a causa di gravi problemi di salute.
Dopo il 28 giugno, giorno del trasferimento in Svizzera, subisce un operazione alla spalla; nelle settimane successive ha avuto non poche complicanze.
La famiglia ha deciso di mantenere un severo silenzio stampa garantendo discrezione e privacy, necessarie in queste occasioni, onde evitare disinformazione.

Ore 11:30: la morte, annunciata dall’azienda Exor, è avvenuta per cause naturali in seguito ad un arresto cardiaco; per ora esclusi i rumors che attribuiscono il decesso a un sarcoma alla spalla. Aveva 66 anni.

Un professionista esemplare

“Il successo non è mai permanente, ma deve essere guadagnato giorno per giorno” , una della frasi celebri dell’ormai ex CEO di FCA.
La sua attività imprenditoriale sarà ricordata nella storia, nel 2004 ha saputo risanare l’ormai certo fallimento della Fiat, che nel corso degli anni ha raggiunto i primi posti nel settore automobilistico mondiale.
In seguito fa acquisire il gruppo automobilistico Chrysler, unendolo con la Fiat e creando la Fiat Chrysler Automobiles, una delle fusioni più importanti della storia.
Abile nel saper coniugare tecnologia, stile e manifattura, punti cardine nel settore automobilistico, nel 2014 succede a Luca Cordero di Montezemolo alla presidenza della “Ferrari N.V.” e “Ferrari S.p.A.

Le reazioni dell’opinione pubblica

Tantissimi i messaggi di cordoglio come quello di Aurelio de Laurentiis (presidente della S.s.c. Napoli e titolare della Filmauro) che con un “tweet” lo ricorda come “il più grande manager italiano dell’ultimo ventennio”, messaggi anche dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che si stringe ai famigliari, anche il Ministro degli Interni Matteo Salvini ha espresso il proprio dispiacere.

Nel mondo la morte di Sergio Marchionne continua a destare stupore, negli Stati Uniti il “Washington Post”, in Spagna “El Paìs” e in Inghilterra il “The Guardian” titolano ricordandolo come “l’uomo che salvò la Fiat”.

Cambi societari

La scorsa settimana, in via precauzionale, è stato ridisegnato l’assetto societario della FCA: il consiglio di amministrazione nomina Michael Manley nuovo CEO.
Il gruppo Ferrari invece ha eletto John Elkann come nuovo presidente e ha affidato a Louis Carey Camilleri il ruolo di amministratore delegato.