Aggiungi un posto a tavola
adv

Il progetto di crowdfunding sta avendo un grande successo. Grazie a tutti quanti voi che avete partecipato. Uniti si può fare tanto

Siamo in emergenza, sanitaria e molto probabilmente anche economica. Il Covid-19 non perdona. 

Siamo tutti a casa, a dover affrontare l’ignoto, una crisi della quale non conosciamo ancora tutti gli sviluppi possibili. Eppure c’è chi sta peggio di noi. 

Anziani, senza fissa dimora, inoccupati e disoccupati non possono farcela da soli. Hanno bisogno di una mano, di qualcuno che li aiuti e li sostenga perché lo Stato, da solo non può farcela. 

Proprio per questo motivo, per colmare questo vuoto, è nato il progetto di solidarietà sociale “Aggiungi un posto a tavola”. Sfamare chi non può farlo con le proprie forze. 

Sentiti ringraziamenti

Un’iniziativa voluta da alcune solide realtà imprenditoriali e sociali napoletane: Banca di Credito Cooperativo (BCC), PSB Srl, ARES (Associazione Ricerca e Sviluppo) e l’onlus FUESM (Fraternitas Universa Equitum Sancti Michaelis). I fondi raccolti andranno alla Comunità di Sant’Egidio di Napoli, che a sua volta distribuirà generi di prima necessità a chi realmente ne ha bisogno. 

Siamo a Pasqua e oltre ad augurarvi una Serena e Felice Domenica di Pasqua, queste realtà vogliono ringraziare tutti coloro che hanno fino ad ora contribuito a questa importante iniziativa. Il vostro contributo è importante, donerà un sorriso a chi aveva perso la speranza verso il Futuro. 

Come partecipare ad Aggiungi un posto a tavola?

C’è ancora tempo, partecipate anche voi ad Aggiungi un posto a tavola. Ecco come fare: 

IBAN: IT29R0711003400000000009380

CAUSALE: aggiungiunpostoatavola

BENEFICIARIO: F.U.E.S.M. ONLUS

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.