Aiv grandi sviluppi spiegati da De Dominicis
adv

Intervista al direttore dell’Accademia Italiana Videogiochi (Aiv) Luca De Dominicis: vediamo cosa sta succedendo nel settore del gaming

I videogiochi, con i rispettivi supporti, entrano sempre di più nei campi della didattica e del mondo del lavoro.
Questa intervista, trovata sul sito corrierecomunicazioni.it , rilasciata dal direttore dell’Accademia Italiana Videogiochi (Aiv) fornisce tantissimi spunti su cosa sta accadendo nel settore del gaming.
Non più semplice intrattenimento, adesso si intravede un futuro sempre più connesso e “smart”.

Pres. Aiv: videogiochi come formazione didattica e professionale

Viviamo in un mondo in continua evoluzione dove il rapporto tra nuove tecnologie e vita quotidiana si sta facendo sempre più stretto.
Il comparto videoludico – e tutte le opportunità ad esso legate – rappresenta un punto cardine di questo nuovo rapporto sia in termini di opportunità di lavoro, sia in termini di adattamento di queste nuove tecnologie ai diversi e sempre nuovi bisogni della collettività.
Prosegue il presidente dell’Aiv:
Per questo la comprensione di come si crea e si costruisce un videogioco in tutti i suoi aspetti – legati non solo alla programmazione dello stesso, ma anche allo sviluppo grafico e di game design.
Costituiscono una buona opportunità per i giovani italiani, soprattutto se teniamo in considerazione il fatto che le competenze acquisite sono applicabili anche in altri settori, sempre legati alle nuove tecnologie e all’innovazione.
Ma non solo.

Didattica scolastica al centro delle novità

I videogiochi stanno pian piano entrando nelle scuole e iniziano a giocare un ruolo fondamentale nell’offerta didattica.
Molte scuole hanno infatti deciso di avvalersi del loro supporto in materie quali matematica, biologia, storia, chimica, arte e astronomia. Tramite percorsi di gaming dedicati, a volte con il supporto anche della tecnologia VR.
Pensate al sistema solare: grazie ai videogame i ragazzi possono indossare un casco VR e “toccare con mano” gli anelli di Saturno o girare attorno alla Luna così da osservarne i crateri.
E’ quella che noi chiamiamo “didattica immersiva” e che presto inizieremo a sperimentare con l’Itis G. Galilei di Roma, con il quale abbiamo già in essere un percorso di alternanza scuola-lavoro (P.C.T.O.) che sta riscontrando grande successo.

Partnership con Mercatorum

La partnership siglata con Mercatorum rappresenta un’altra milestone dell’evoluzione di Aiv.
Essa può offrire ai propri studenti – a partire dal secondo anno di corso – l’opportunità di conseguire una laurea breve.
Grazie all’accordo con Mercatorum, l’Università della Camera di Commercio, gli studenti interessati a laurearsi, si vedono riconosciuti un certo numero di crediti formativi universitari che gli permettono di accedere direttamente al secondo anno di un corso di laurea presso Mercatorum.
Una volta iscritti al secondo anno presso Mercatorum, gli studenti potranno seguire le lezioni in modalità telematica e sostenere gli esami presso una delle sedi in Italia dell’Università.
In circa un anno e mezzo o due, potranno poi laurearsi.
Aiv riconosce la valenza di un titolo come il diploma di laurea e, per venire incontro alle richieste di alcuni dei suoi iscritti, ha voluto dare loro questa ulteriore possibilità di formazione.
Si tratta di un ulteriore passo in avanti verso il riconoscimento di Aiv come leader nel settore della formazione in ambito videoludico.