adv

Un Maestro ineguagliabile, un oratore fine. Aldo Masullo, un Uomo che è riuscito a collegare il pensiero con la politica.

Amava l’essenza sfuggendo sempre l’apparenza. Comunicatore eccellente, tramutava – con semplicità, ma con intenso spessore culturale – opinioni, idee e pensieri di molteplici tematiche, in una discorsività accessibile a platee variegate senza disinteressarle; anzi coinvolgeva, con una dialettica di disarmante semplicità, le menti colte e quelle meno aduse a interagire con erudizioni superiori.

La Città amava Aldo Masullo al punto da portarlo al proscenio del premio San Gennaro; nello spazio, gremito, antistante al Duomo, la sera di domenica 21 settembre 2014, tenne una “Lezione Aperta”. Così connotò “La Repubblica” – il sabato precedente – quell’occasione che vide il Professore partecipare al “San Gennaro Day”.
Non è questa la sede per parlare dei Suoi studi, della Sua continua brama di conoscenza, del Suo incondizionato attaccamento a Giordano Bruno.
Vogliamo ricordare il Professor Aldo Masullo come un’eccellenza che ha dato lustro al sapere; non solo filosofo, ma profondo conoscitore di cinema, musica, letteratura, politica.
Grazie Professore, ci lascia un ricordo che resterà indelebile e vivido.

Lucia De Martino