Home La parola agli esperti Altri ammortizzatori sociali

Altri ammortizzatori sociali

38
altri ammortizzatori sociali

Fondo di ultima istanza art. 44 lavoratori dipendenti e autonomi

L’Indennità 600 euro, come dettato nell’art. 44 DL 18 del 2020, comprende nuove stesure rispetto all’ultimo decreto del 10 maggio 2020, aggiornamenti e ritocchi “non compresi nella prima  istanza” con l’aggiunta di altri soggetti beneficiari del bonus 600 euro, che hanno diritto ad una tantum esclusivamente nel mese di marzo.

I beneficiari di avente diritto sono:

  • Lavoratori stagionali in settore diverso dal turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro, cioè coloro che sono stati licenziati per giusta causa e per altri motivi, affinché fossero concesso loro una serie di motivazioni valide e medesime alle garanzie dei precedenti fruitori, per attingere ad una contingente indennità;
  • sono esclusi coloro che cessano volontariamente il rapporto di lavoro;
  • è rivolto a coloro che hanno cessato il rapporto involontario lavorativo nell’arco temporale compreso dal 1° gennaio 2019 al 31 gennaio 2020 e che abbiano svolto attività per almeno 30 giornate lavorative.
  • Lavoratori intermittenti art. 13 a 18 del decreto legislativo del 15 giugno del 2015 n 81 che abbiano svolto 30 giornate lavorative nell’arco temporale compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020.
  • Lavoratori autonomi, privi di partita iva, non iscritti ad altre forme di cassa previdenziale che nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2019 e il 23 febbraio 2020 siano stati titolari di contratti occasionali autonomi ( riconducibili alle disposizioni di cui all’ art 222 del c.c ) e che non abbiano un contratto in essere dal 23 febbraio 2020, tali contratti devono essere già iscritti alla gestione separata del 23 febbraio 2020 ed avere nello stesso arco temporale menzionato, almeno un contributo mensile versato.
  • Incaricati alle vendite a domicilio (art. 19 D.L 31 marzo 1998 n 114) reddito annuo 2019 superiore a 5000 euro, rivolti a coloro iscritti alle gestione separata e titolari di partita iva a far data del 23 febbraio 2020, non devono essere iscritti ad altre forme previdenziali

Gli aventi diritto

  • Per aver diritto al bonus non possono essere: titolari di lavoro dipendente diverso da contratto intermittente, titolari di pensione;
  • Non è cumulabile con gli ammortizzatori sociali del Decreto Cura Italia e con il reddito di cittadinanza, si attende l’aggiornamento della piattaforma per integrare queste categorie di lavoratori.
    Maria Carannante