Amazon
adv

L’Agcom ha presentato un’ordinanza ingiunzione contro l’attività illecita di corriere esercitata da Amazon

L’Agcom si scaglia contro Amazon con una multa da 300mila euro accusando la piattaforma di e-commerce più diffusa al mondo di aver esercitato in maniera impropria l’attività postale, ovvero la distribuzione di pacchi senza, però, l’apposita autorizzazione.

L’accusa ad Amazon

Ieri, 2 agosto, l’Agcom ha presentato un’ordinanza ingiunzione, indicando come relatore il commissario Antonio Nicita, all’interno della quale sono state segnalate le presunte attività illecite di Amazon soprattutto in merito all’organizzazione di una vera e propria rete che si occupa di consegnare dei pacchi provenienti da venditori terzi attraverso un apposito punto di recapito.

Amazon corriere abusivo

In sostanza, l’accusa rivolta ad Amazon è quella di stare compiendo, illecitamente, attività di corriere. Dunque, la società è stata accusata di essere un vero e proprio corriere abusivo.

Per cui, la richiesta fatta da Agcom, oltre alla multa, è la sospensione di ogni attività di questo tipo e la rispettiva richiesta di autorizzazione entro massimo 60 giorni.

Inoltre, le accuse mosse si basano sulla constatazione che il servizio rivolto ai clienti non differisce in nulla rispetto a quello dei corrieri autorizzati. Infatti, la società utilizza, sempre secondo l’Agcom, un’attività ben complessa e strutturata paragonabile a Poste Italiane ed ai corrieri con regolare autorizzazione. Il tutto senza avere le carte in regola.

Addirittura, è stata segnalata una sezione del sito dedicata al “Corriere per Amazon”, ovvero un’attività attraverso la quale Amazon spedisce i prodotti dai propri magazzini ai clienti.

La procedura per ottenere questo incarico è molto semplice: non è indicata attrezzatura specifica, né la richiesta di un apposito logo e neppure è previsto l’utilizzo di una divisa anche se viene fatto presente che, dove necessario, verrà corrisposto apposito compenso per la promozione del marchio ufficiale.

La risposta di Amazon alle accuse

Amazon si è mostrata completamente disponibile a cooperare con le autorità ed a chiarire la situazione, anche il più velocemente possibile. Ci ha tenuto anche a precisare di aver risposto, in maniera appropriata e puntuale, a tutti i punti presentati nell’esposto.