Ospedale
adv

Un ricovero d’urgenza e poi il decesso del feto; successivamente il decesso della donna, durante il parto indotto dai medici del Salesi di Ancona

Un’orribile tragedia si è consumata nella giornata di ieri, dove una giovane mamma di 34 anni ha perso la vita mentre dava alla luce il proprio bambino, anch’esso purtroppo deceduto. È successo all’ospedale Salesi di Ancona, dove la donna era stata ricoverata in seguito a forti dolori addominali lo scorso venerdì, 23 agosto. Sono in corso tutte le indagini per capire cosa sia successo e per ricostruire gli ultimi istanti di vita della donna.

Pronto Soccorso

Il ricovero d’urgenza

La giovane tunisina, di appena 34 anni, era alla sua terza gravidanza. Portava in grembo una bambina ed era alla 38esima settimana di gestazione. Dopo essersi precipitata in ospedale, in preda a forti dolori addominali, sono stati effettuati tutti gli accertamenti necessari per individuare il problema. Immediatamente, i medici dell’ospedale di Ancona hanno constatato che il cuoricino della bambina non batteva più. Per la mamma sono state attivate le procedure per il parto indotto, non essendo possibile effettuare un taglio cesareo. Ma durante l’operazione qualcosa non ha funzionato e la donna è andata in arresto cardiaco.

Aperte le indagini

Sono ora in corso un’inchiesta, messa a punto della Magistratura sotto segnalazione dell’azienda ospedaliera, la quale ha prontamente denunciato l’accaduto e un’indagine interna, per chiarire eventuali responsabilità in merito ai fatti. “Abbiamo immediatamente provveduto a segnalare l’accaduto alla magistratura, chiedendo di intervenire proprio allo scopo di capire cosa possa essere accaduto. Noi stessi siamo rimasti colpiti dall’andamento delle cose, ripeto dall’imprevedibilità del peggioramento delle condizioni della paziente. Vogliamo vederci chiaro anche noi”. Queste le parole del Professor Andrea Ciavattini, primario del reparto di ginecologia dell’ospedale Salesi.