adv

Firmando una petizione sarà possibile salvaguardare le api europee di fondamentale importanza sia per l’ecosistema sia per l’economia

Oggi, 20 maggio 2020, è la Giornata Mondiale delle Api. Fu l’Assemblea Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite ad aver deciso di dedicare un giorno a questi insetti così importanti per noi tutti. 

A rischio di estinzione 

Le api, in diverse parti del Mondo, sono a rischio di estinzione. Situazione gravissima anche in Europa, dove è a rischio una specie su dieci. 

E’ grazie alle api se l’84% delle specie di fiori coltivate e il 78% delle specie di quelle selvatiche nell’UE riescono a riprodursi. 

La loro estinzione sarebbe costituirebbe un danno sotto tutti i punti di vista. Il giro di affari che riguarda questi insetti, in Europa, vale 15 miliardi di euro annui.

Il loro nemico è il cambiamento che sta subendo il Clima in questo periodo storico ma non solo. Infatti, anche l’uomo li sta decimando a causa dell’inquinamento, dei pesticidi e degli incendi. 

Una petizione per salvarli 

L’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) ha organizzato la petizione “Save Bees and Farmers! Verso un’agricoltura favorevole alle api per un ambiente sano”. La richiesta, che andrà al Parlamento Europeo, necessita di un milione di firme perlomeno in sette Paesi dell’UE. 

Progetto sostenuto da diversi partner autorevoli quali WWF (Fondo Mondiale per la Natura), Legambiente e LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli). 

Il progetto nello specifico

L’ICE richiede, per entrare più nello specifico, la totale eliminazione dei pesticidi inquinanti dai campi entro e non oltre il 2035. Entro il 2030 è stato posto come obiettivo una diminuzione dell’80% dei prodotti più pericolosi per i nostri amici impollinatori. 

Affianco a questa lotta ambientalista, viene proposto il ripristino degli ecosistemi. Solo ritornando il più possibile alla Natura sarà possibile ritornare ad una biodiversità, vero punto di forza per un’agricoltura realmente naturale e sana. 

E’ nostro dovere salvaguardare un insetto così prezioso per noi tutti, non dobbiamo mai dimenticarlo.