Dal 29 ottobre le app di Google saranno a pagamento
adv

Dal prossimo 29 ottobre, i produttori di smartphone europei per poter dotare i propri dispositivi di tutte le funzionalità Google saranno costretti a pagare un apposita licenza al colosso tecnologico di Mountain View

Lo scorso luglio il gigante informatico Google, era stato sanzionato dalla Commissione Europea, con una maximulta da 4,34 miliardi, per abuso di posizione dominante nel mercato della telefonia mobile.

La reazione dell’azienda californiana non si è fatta attendere, infatti per quel che concerne il mercato europeo, Google  modificherà profondamente il sistema di gestione delle sue applicazioni.

Cosa ci dobbiamo aspettare e quali ripercussioni ci saranno sul mercato europeo?

Dopo la stangata dello scorso luglio, inferta dalla Commissione Europea, Google cambierà la propria offerta commerciale.

La licenza per il sistema operativo Android sarà ancora disponibile gratuitamente, ma tutte le altre applicazioni, oggi preinstallate su tutti i dispositivi Android, come Gmail, Google Maps, Youtube, il servizio Play Store diventeranno a pagamento; inoltre, la preinstallazione del browser Google Chrome e conseguentemente di Google Search è sottoposta ad un ulteriore condizione.

Per poter utilizzare il browser Chrome le case produttrici dovranno necessariamente acquistare le licenze relative a tutti i prodotti Google.

Lo scenario che si prospetta per i produttori di smartphone offre tre diverse soluzioni.

La prima consiste nel creare dei dispositivi “ibridi”, i quali saranno provvisti soltanto del sistema operativo Android (che resterà gratuito e libero) senza includere nessun’altra applicazione Google; la seconda, prevede di dotare gli smartphone di un pacchetto base con Play Store, Gmail, Youtube e Maps ma senza il browser Chrome, acquistando le singole licenze; ed infine la terza, prevede l’acquisto di una licenza per il pacchetto completo con tutte e 11 le app attualmente preinstallate sui dispositivi Android, eliminando così costi aggiuntivi.

La nuova politica commerciale di Mountain View colpisce direttamente i produttori di smartphone europei ma le conseguenze finali ricadranno certamente anche sui consumatori europei, che si troveranno a pagare prezzi più alti per l’acquisto di questi dispositivi.

Il prezzo delle licenze non è stato ancora reso noto ma probabilmente dipenderà dagli accordi con i singoli sviluppatori.

Avatar
Mi chiamo Benedetta Greco, nel 2013 mi sono laureata in giurisprudenza, presso l'università Federico secondo di Napoli, con tesi sulla definizione di terrorismo in diritto internazionale (di cui vado molto fiera). Ho collaborato come praticante avvocato abilitato per diversi Studi legali e nel 2016 dopo tre anni di gavetta ho superato con successo l'esame di abilitazione alla professione forense. Le mie esperienze professionali si estendono anche al piano della didattica: nel 2014 ho diretto dei moduli riguardanti la “Legislazione commerciale” e “ Legislazione fiscale” nell'ambito di un corso sui “Requisiti professionali per il commercio” nonché un modulo sui “Riferimenti normativi e legislativi in ambito socio sanitario” rientrante nel corso di studi per l’acquisizione dell’attestato di Operatore socio sanitario.