adv

I prodotti Apple non sono certo mai stati economici. Nonostante la loro qualità sia veramente elevata, la società di Cupertino fa pagare i propri prodotti a peso d’oro. Stavolta il titolo dell’articolo, volutamente provocatorio, non può essere compreso senza parlarne. Ve lo anticipiamo subito: non vi è alcun nuovo modello di iMac sul mercato dal costo spropositato di 375.000 dollari.

La cifra, da far girare la testa, è stata offerta da un ricco fan ad un’asta di RR Auction. Il prezzo di partenza per il PC era di 50.000 dollari, superati ampiamente in poco tempo. Perché un valore così alto per un computer che risulterà per molti sconosciuto?

Gli appassionati di tecnologia di vecchia data ricorderanno la nascita della Apple con a capo Steve Jobs. Circa 40 anni fa, nel 1976, Steve Jobs e Steve Wozniak diedero vita a 200 Apple-1, di cui ad oggi se ne conservano solo 70 in condizioni più o meno buone.

Apple-1 scheda PCB Apple asta

Se masticate un po’ di inglese, la RR Auction ha postato su Vimeo un video descrittivo della scheda dell’Apple-1 in tutto il suo fascino. Le condizioni del computer venduto sono state stimate su una scala da 1 a 10, restituendo un ottimo risultato di 8,5 punti.

Perché un prezzo così alto?

Stimare oggettivamente un cimelio storico come questo è molto difficile. Bisogna tener conto del valore simbolico che esso acquisisce in seguito alla morte dell’inventore, ai ricordi nell’immaginario collettivo legati a quel prodotto, perfino al fascino vintage che restituisce guardarlo.

Non sarà indubbiamente ad oggi un computer utile o minimamente utilizzabile, ma per gli appassionati è affascinante e, se i soldi non mancano e si ha possibilità di possederlo, non vi sono reali ragioni per le quali non provare a accaparrarselo.

La storia dietro questo particolare Apple-1, inoltre, è davvero singolare. Acquistato per circa 666,66 dollari The Byte Shop, dove vennero venduti da Jobs e Wozniak stessi i primi esemplari del prodotto, acquistò rapidamente valore.

Apple-1 Vintage Legno Steve Jobs

Nel 1982, dopo soli 6 anni, il proprietario di questo Apple-1 decise di non disfarsene, ma di proporre una vendita a Wozniak stesso. L’offerta fu rifiutata, poiché il valore stimato dal proprietario ammontava a 10.000 dollari.

Dopo poco più di quarant’anni, possiamo affermare che la scelta del fiero possessore di uno degli Apple-1 di non gettare il computer dove aveva appreso il BASIC lo abbia reso sicuramente contento.

Vi sorprenderà, tuttavia, scoprire che questo particolare modello di Apple-1 non è il più costoso mai acquistato. Nel 2016 venne battuto all’asta un “Celebration Apple-1”, mai venduto al pubblico e con una scheda PCB vuota, a 815.000 dollari. Indubbiamente una cifra da far girare la testa a molti.

Forse a qualcuno adesso, pur stentando a crederci, i 1689,00 € per un iPhone XS Max da 512 GB non sembrano più così tanti.

E voi cosa ne pensate? Avete avuto la possibilità di provare con mano anni fa prodotti Apple? Se si vi consigliamo di custodirli gelosamente… tra qualche anno potrebbero rappresentare una vera miniera d’oro!