Arma dei Carabinieri
L'Arma dei Carabinieri compie 205 anni
adv

L’Arma dei Carabinieri compie 205 anni, riviviamo la storia di questa forza di polizia

L’Arma dei Carabinieri è una delle forze di polizia italiane facente parte contemporaneamente delle forze armate.

Fu istituita il 13 luglio 1814 con legge reale emanata da Vittorio Emanuele I di Savoia, con il nome di Corpo dei Carabinieri Reali.

Arma dei Carabinieri: un po’ di storia

Durante i primi anni della sua nascita, si trattava di un corpo di fanteria leggera con una componente di cavalleria e fu considerato un corpo d’élite. Il 25 giugno 1833 con decreto del re Carlo Alberto di Savoia furono adottati i colori del pennacchio: lo scarlatto e il turchino.

Durante il Risorgimento furono impegnati su diversi fronti e dopo il compimento dell’Unità d’Italia i Carabinieri Reali diventarono “Arma” del Regio Esercito l’8 maggio 1861.

Presero parte a numerose battaglie durante le due guerre mondiali e diversi reparti si unirono anche alla resistenza italiana e alla guerra di liberazione. Particolarmente nota è la figura del vice brigadiere Salvo D’Acquisto, che morì a Torre di Palidoro, vicino a Roma, il 23 settembre del 1943, ucciso dai tedeschi per rappresaglia dopo essersi autoaccusato per salvare 22 condannati a morte, benché innocente, per un presunto attentato avvenuto in quella località nel quale erano morti due militari germanici. Circa 2700 carabinieri subirono la deportazione a vario titolo per essersi rifiutati di soggiacere alle disposizioni delle forze militari nazifasciste, soprattutto dopo l’8 settembre 1943. Dieci carabinieri figurano, inoltre, tra le vittime dell’eccidio delle Fosse Ardeatine.

Di grande rilievo il ruolo ricoperto per la repressione del terrorismo politico durante gli anni di piombo con la nascita del primo reparto di forze speciali italiane, il Gruppo di Intervento Speciale.

Nel 1990 fu creato il Raggruppamento Operativo Speciale, che contribuì alla cattura di diversi boss mafiosi.

Compiti istituzionali

L’Arma ha una duplice natura: di forza armata e polizia. Per le due funzioni dipende, rispettivamente, dal capo di stato maggiore della difesa e dal Ministero dell’interno.

Per quanto concerne i compiti militari, concorre alla difesa del territorio nazionale, ma partecipa anche alle operazioni militari in Italia e all’estero anche in conformità ad accordi e mandati internazionali. In più si occupa della sicurezza delle rappresentanze diplomatiche e consolari italiane.

Tra i compiti di polizia possiamo ricordare: l’esercizio delle funzioni di polizia giudiziaria e di sicurezza pubblica; mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza; assicurazione della continuità del servizio nelle aree colpite da calamità concorrendo a prestare soccorso alle popolazioni interessate agli eventi calamitosi.

Dopo oltre 200 anni, l’Arma dei Carabinieri rimane uno dei simboli più importanti e apprezzati d’Italia.

 

Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.