Venti milioni per salvare l'Arte da parte del MiBACT
adv

Dario Franceschini ha firmato ieri un decreto per fornire un sostegno finanziario agli enti che hanno subito danni a causa delle mostre annullate o rinviate durante il lockdown

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo (MiBACT), Dario Franceschini, ha firmato ieri (4 agosto 2020) un decreto con il quale sono stati messi a disposizione 20 milioni di euro “per le mostre d’arte cancellate, annullate o rinviate a causa dell’emergenza sanitaria“. Ossigeno per il mondo dell’Arte, in gravi difficoltà a causa del periodo di quarantena imposto dalla pandemia da Covid-19.

Il Decreto Rilancio 

Questa somma è stata prelevata dal Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali istituito durante il periodo di lockdown all’interno del Decreto Rilancio.

Le parole di Dario Franceschini   

La firma del decreto è stata accompagnata da questo commento del ministro Franceschini: “Ai 150 milioni di euro già autorizzati per sostenere i musei statali e i musei privati si aggiungono adesso ulteriori 20 milioni di euro per il ristoro delle perdite subite dagli organizzatori di mostre. Con questo decreto prosegue l’impegno a sostegno dei settori del mondo dell’arte che stanno ancora attraversando un momento difficile anche in questa fase di ripartenza“.

I destinatari del “Fondo Salva Arte”

Questo fondo, che potrebbe essere tranquillamente definito “Fondo Salva Arte”, ha come destinatari tutti quegli operatori del settore culturale che abbiano subito un calo di fatturato a causa di annullamento, cancellazione o rinvio di almeno una mostra d’arte (all’estero o nella Penisola) prevista in un range temporale compresa tra il 23 febbraio e il 30 settembre del 2020, a causa del Coronavirus

Per ulteriori informazioni vi consigliamo di visitare il sito del MiBACT.