adv

Il nuovo DLC della serie Assassin’s Creed Odissey ha il nome dei mistici Campi Elisi, ma il gioco sarà altrettanto suggestivo? Scopriamolo insieme…

Secondo la mitologia greca e romana i Campi Elisi erano il luogo in cui albergavano hanno le anime dei defunti tanto care agli dei.

In Assassin’s Creed Odyssey i Campi Elisi rappresentano lo scenario del nuovo DLC appartenente al pacchetto de “Il destino di Atlantide”. A quanto pare la storia narrata nell’ultima espansione si di staccherà dalla storyline precedente e altrettanto avvincente: L’eredità della Prima Lama.

Assassin’s Creed Odissey

La nuova espansione anticipa qualcosa su quello che sarà l’epilogo di Assassin’s Creed Odyssey, in particolar modo dell’epopea di Kassandra e Alexios, pertanto sarebbe consigliabile iniziare questa parte del Gameplay dopo aver completato la storia base.

Assassin’s Creed Odissey Campi Elisi: il nuovo scenario

campi elisi

Le ambientazioni del DLC, Campi Elisi, conferma un po’ quelle che erano state le soluzioni narrative traballanti del titolo marcato Ubisoft.

Ciò che manca è una buona qualità che possa rendere giustizia ai momenti di pathos, inoltre alcuni dei personaggi sono stati tolti nella storia senza essere ben definiti, proprio come era accaduto nel “L’eredità della Prima Lama”.

Assassin’s Creed Odissey campi elisi- persefone

 Tuttavia, Campi Elisi riprende un buon giro quando si arriva all’accesso verso l’Elisio. Il nuovo scenario ha una mappa del tutto diversa e si raffigura come un luogo ultraterreno che richiama in qualche modo paesaggi greci e bucolici, dove non manca la presenza di potenziali nemici.

A governare l’Elisio è Persefone, moglie di Ade, che  non accoglierà il nostro eroe positivamente nel suo Regno.

Assassin’s Creed Odissey Campi Elisi ACO

Solo l’incontro con Ermes e altri personaggi chiariranno quale sia lo scopo della missione per arrivare verso l’oltretomba.

Oltre alla storia principale, vi sono molte altre missioni che possono fornire un intrattenimento ulteriore per una decina d’ore.

Assassin’s Creed Odissey Campi Elisi: la struttura del gioco

L’obiettivo del nostro eroe è sconfiggere Persefone, oltre quello di distruggere alcune delle statue e altari per rubare i tesori e sconfiggere l’esercito della regina.

I soldati dell’oltretomba potrebbero sembrare dei combattenti normali, tuttavia possiedono una forza superiore e hanno il dono di richiamare fulmini, onde d’urto ed esplosioni che possono causare danni gravi al nostro personaggio.

Assassin’s Creed Odissey il destino di atlantide ep.1

Alla base del Gameplay sussiste una forte sfida, che obbliga il personaggio ad essere almeno a livello 50 o superiore per poterla superare.

Ciò che da maggiori perplessità è il fronte dell’esplorazione. Infatti, il nuovo scenario essendo caratterizzato da diverse zone alte non consente un facile movimento da una parte all’altra.

Campi Elisi Assassin's Creed

Il personaggio se si trova su una delle vette principali dell’Elsio per potersi spostare da un’altra parte dovrà prima arrivare a terra, percorre un tragitto a piedi o a cavallo e successivamente proseguire verso l’arrampicata.

Assassin’s Creed Odissey Capi Elisi: impressioni finali e prezzo

Campi Elisi non è che il primo DLC di questo nuovo arco narrativo di Assassin’s Creed Odyssey.

Assassin’s Creed Odissey

Tuttavia, nonostante qualche piccola miglioria da apportare sicuramente “Il destino di Atlantide” è un pacchetto da acquistare, che generalmente costa all’incirca 24, €99.

assassin's creed odissey

In alternativa è possibile acquistare l’intero Season Pass al prezzo di 39, €99 in cui sono comprese le due espansioni e la remastered di Assassin’s Creed III e Assassin’s Creed Liberation.

Come sempre, Stay Tuned!

Avatar
Sarnataro Carla, nata a Villaricca il 21 giugno del 1993, ha conseguito il diploma nel 2012 presso il Liceo scientifico A.M. De Carlo a Giugliano, mentre la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche psicologiche nel 2015. A luglio 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale con lode in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La scrittura è una passione recondita che pian piano sta fiorendo attraverso diversi sbocchi; la lettura l’accompagna sin da piccola insieme ad altre passioni artistiche come la pittura e il disegno.