Attentato
Esplosione contro la sede del PD
adv

Attentato nella sede del PD a Dorgali e poi alle fiamme l’auto del sindaco di Cardedu

Notte di paura in Sardegna, dove un attentato ha provocato una forte esplosione contro la sede del PD a Dorgali, vicino a Nuoro. In più, a Cardedu, sempre nel nuorese, è stata incendiata l’automobile del primo cittadino.

Esplosione nella sede del PD

L’attentato si è verificato verso le 2 di questa notte a Dorgali (Nuoro) contro una sede del PD. Si è sentita una fortissima esplosione negli uffici di via Lamarmora e, secondo le indagini, dovrebbe essere stata utilizzata una bombola a gas, che ha provocato gravi danni all’edificio. Sul posto sono intervenuti immediatamente i Carabinieri, Polizia e i Vigili del fuoco. L’esplosione ha danneggiato anche diverse vetture parcheggiate vicino alla stabile, per fortuna, data anche l’ora, non ci sono feriti.

Incendiata l’auto del sindaco di Cardedu

La notte di paura nel nuorese non finisce qua. A Cardedu è stata data alle fiamme anche l’auto del sindaco del paese, Matteo Piras (Lista civica). L’episodio è avvenuto verso le 3 di questa notte sotto l’abitazione del primo cittadino, dove la sua Audi A4 è stata completamente distrutta, nonostante l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco.

Matteo Piras ha rilasciato all’ANSA le seguenti dichiarazioni: “Un gesto assurdo totalmente inaspettato, ma io non mi arrendo, andrò avanti, la democrazia non può finire con questi atti altrimenti vivremmo nella giungla. Il modo per farmi conoscere le problematiche sarebbe dovuto essere un altro: venire a dirmelo a voce, in maniera civile. Vivo in mezzo ai miei concittadini, mi avrebbero potuto fermare anche per strada: avremmo chiarito in questo modo”.