Avviso di allerta meteo
Avviso di allerta meteo
adv

La Direzione Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile della Regione Campania ha diramato poco fa un avviso di allerta meteo

Con quest’avviso si informano i cittadini che sono previsti fenomeni metereologici avversi dalle ore 18 di oggi, giovedì 4 aprile, sino alle ore 12 di domani, venerdì 5.

I fenomeni metereologici previsti

L’avviso di allerta meteo indica, nello specifico, la tipologia delle perturbazioni previste: si parla di precipitazioni sparse, che potranno manifestarsi anche sotto forma di temporali accompagnati da forti raffiche di vento.

Il rischio idrogeologico previsto è di tipo localizzato ed il livello di allerta è comunque giudicato dalla Direzione Generale Lavori Pubblici e Protezione Civile basso in quanto di colore giallo.

Ciononostante, si invitano i cittadini a ridurre per quanto possibile i propri spostamenti durante le ore interessate dall’avviso di allerta meteo. Potrebbero, infatti, verificarsi fenomeni collaterali, come trasporto di materiale detritico; allagamento di vani situati a pian terreno oppure interrati; problemi nello smaltimento delle acque meteoriche, con conseguenti fenomeni di scorrimento superficiale delle acque piovane lungo le strade. Inoltre, potrebbero determinarsi innalzamenti del livello di fiumi e corsi d’acqua con conseguenti inondazioni dei centri abitati situati lungo di essi.

Le zone interessate dall’avviso di allerta meteo

Le zone interessate dall’avviso di allerta meteo diramato dalla Regione Campania sono le seguenti:

Zona 1: Piana Campana, Isole, Napoli, Zona Vesuviana;

Zona 2: Matese e Alto Volturno;

Zona 3: Penisola Sorrentina, Costiera Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini;

Zona 4: Sannio e Alta Irpinia;

Zona 5: Tusciano ed Alto Sele;

Zona 6: Alto Cilento e Piana del Sele;

Zona 7: Tanagro

Zona 8: Basso Cilento

Raccomandazioni per i cittadini

Nell’avviso di allerta meteo viene raccomandato, come già detto, ai cittadini di spostarsi il meno possibile dalle proprie abitazioni. Inoltre, viene loro consigliato di non frequentare locali interrati o a pian terreno, soprattutto se si dispongono lungo arterie stradali o si collocano in zone già interessate in passato da fenomeni di allagamento. E’ bene, dunque, controllare di frequente il livello delle acque di deflusso così come, in caso di allagamenti, provvedere a staccare l’elettricità.

Per gli automobilisti, invece, l’avviso di allerta meteo indica un’importante prescrizione: nel caso si dovesse necessariamente intraprendere un sottopasso, occorre verificarne la percorribilità, procedendo con velocità ridotta. Se si dovesse riscontrare qualche impedimento, si invitano i conducenti a contattare il 112, il 113 ed il 115.

Si avvisa, inoltre, che alcuni sottopassaggi pedonali, ricadenti nel Comune di Napoli, potranno eventualmente essere chiusi in caso di peggioramento delle condizioni metereologiche. Di seguito, se ne riporta l’elenco:

  • Sottopasso tra Via Claudio e lo Stadio San Paolo, lato sinistro, nel quartiere Fuorigrotta;
  • Sottopassi di Viale dei Ciliegi, al quartiere Chiaiano;
  • Sottopassi tra le vie Vicinale Cupa San Severino e Via Antonio de Ferraris e tra le Vie Comunale San Severino e Fasano, situati nella zona di Poggioreale
  • Sottopassi di Via Enrico Russo e di Via Mastellone, nel quartiere Barra
  • Sottopassi del Centro Direzionale

Scuole regolarmente aperte nella giornata di venerdì 5 aprile

In merito, invece, ad un’eventuale chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, il Comune di Napoli non ha dato, al momento, alcuna comunicazione. Dunque, per la giornata di domani, venerdì 5 aprile, tutte le attività didattiche si svolgeranno in maniera regolare.

 

Avatar
Nato a Taranto nel 1986, Angelo Zito frequenta il liceo classico conseguendo la maturità classica nel 2005 con il punteggio di 97/100.  Nel 2009 consegue con il massimo dei voti il titolo di Dottore in Conservazione dei beni culturali dell'Università presso l'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2011, presso lo stesso ateneo e con il medesimo esito, il titolo di Dottore Magistrale in Archeologia. Nel mese di aprile 2018 conseguirà il Diploma di Specializzazione in beni archeologici, titolo equipollente al dottorato di ricerca, necessario per l'accesso ad incarichi professionali presso il Mibact. Membro dello staff direttivo dell'Associazione culturale Heracles 2015, giornalista pubblicista dal maggio 2017, attualmente collabora con Il Giornale Off, approfondimento culturale online del quotidiano milanese.