Bambina scomparsa
Bambina scomparsa alla stazione ritrovata dopo 20 anni
adv

Yulia Gorina era una bambina di 4 anni quando sparì dalla vista del padre in una stazione bielorussa. Oggi, a 24 anni, ha ritrovato la famiglia di origine

Una bambina scomparsa nel 1999 in una stazione della Bielorussia è stata ritrovata in questi giorni. Una storia che ha dell’incredibile, una notizia tragica ma che, anche se sono passati vent’anni, ha un lieto fine. Ripercorriamo la vicenda.

Una storia assurda

Yulia Gorina era in viaggio in treno insieme al suo papà sulla tratta da Minsk ad Asipovichy, in Bielorussia. Durante il tragitto, però, il padre si addormentò e della bimba, di soli 4 anni, non si seppe più nulla fino a qualche giorno fa, quando il suo compagno decise di indagare sulle sue origini. Le ricerche l’hanno condotto ai genitori biologici, Viktor e Lyudmila Moiseenko e così, dopo che le analisi del DNA hanno confermato la parentela, la ragazza li ha potuti riabbracciare.

Bambina scomparsa: un calvario lungo 20 anni

Yulia Gorina su quell’episodio ha ricordi molto vaghi e forse inesatti, ma ha dichiarato di aver seguito una coppia che, probabilmente, voleva rapirla. Incredibilmente, si ritrovò sola a oltre 500 chilometri di distanza da casa, precisamente a Ryazan in Russia. La polizia non riuscì a identificarla e fu data in adozione. Intanto in Bielorussia i genitori, oltre al calvario e alla sofferenza per la figlia scomparsa, venivano accusati di averla fatta sparire, di averla uccisa. Questo tormento durò fino al 2017 quando, tramite una macchina della verità, furono scagionati. Ora, finalmente, il lieto fine. Yulia è tornata a casa insieme, anche, con la sua bambina Kristina.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.