Barcellona Messi
Barcellona Messi
adv

Finisce con un netto tre a zero la seconda semifinale d’andata di questa Champions League tra Barcellona e Liverpool

Barcellona – Liverpool

Barcellona 3 – Liverpool 0; è questo che si legge dal tabellino, che segna i nomi del solito Luis Suarez e de “La pulce”, che è andata a segno ben due volte siglando il gol numero 600. Un risultato che, a dirla tutta, è fin troppo bugiardo nei contronti del Liverpool.

I Reds ci hanno creduto e ci hanno tentato fino all’ultimo, tentando di portare a casa un risultato all’altezza delle aspettative, ma quando Messi è in giornata c’è ben poco da fare.

Primo tempo

Partono al massimo gli ospiti, che mettono in seria difficoltà la difesa blaugrana già dai primi minuti: al minuto 5 Piqué tampona Mané in area, ma l’arbitro lascia correre e non fischia il penalty.

Poco prima uno dei due grandi ex, Coutinho, ha servito Rakitic in seguito ad una triangolazione, ma Matip ha interrotto il tutto.

Al 13′ lo stesso Matip rischia grosso, in un contrasto in area con messi, toccando la palla con la mano, ma l’arbitro lascia proseguire.

Costanti capovolgimenti di fronte, ma alla fine il risultato viene cambiato proprio dall’ex Liverpool; Suarez si lancia in scivolata su un cross basso di Jordi Alba e gonfia la rete protetta da Alisson. Uno a zero per i padroni di casa

I Reds non demordono e continuano a provarci, ma il risultato non cambia e le squadre vanno negli spogliatoi dopo un emozionante primo tempo.

Secondo tempo

Rientrati dagli spogliatoi, i Reds capiscono che devono fare la partita: subito ci provano con Milner che lascia partire un destro a giro respinto in tuffo da ter Stegen.

Al 53′ Salah spaventa il Barça con una rasoiata indirizzata in porta, ma ancora una volta l’ottimo portiere blaugrana smanaccia fuori.

Il Liverpool continua a provarci ed al 59′ Milner spara addosso a ter Stegen che blocca la conclusione di un’ottima iniziata di Salah, impreziosita da un ottimo velo di Wijnaldum.

Fuori Coutinho, autore di una buona partita, e spazio a Semedo: Valverde preoccupato si gioca il cambio di un attaccante per un difensore.

Ma dal 75esimo c’è una piccola pulce a prender vita ed illuminar il campo da gioco più di quanto non possano farlo i riflettori. Filtrante in mezzo all’area raccolto da Suarez che colpisce la traversa, poi Messi ribadisce in rete a porta completamente sguarnita e due a zero per il Barcellona.

All’80esimo poi, la magia: punizione dai 25 metri, Messi calcia e la palla si intrufola sotto l’incrocio dei pali superando uno dei migliori portieri al mondo.

Festeggiamenti blaugrana e sogni in frantumi per i Reds, che dovranno affrontare un’impresa non da poco nella gara di ritorno.