Bruce Springsteen
Bruce Springsteen
adv

Il 23 settembre del 1949 nasceva Bruce Springsteen, una lunga carriera costellata di successi in tutto il mondo

Bruce Springsteen compie oggi 70 anni e in tutto il mondo i suoi fan lo celebrano condividendo le canzoni della sua lunga e ancora grande carriera. Riscopriamo insieme la sua storia, l’origine della leggenda e i suoi brani.

Bruce Springsteen: biografia

Bruce Frederick Joseph Springsteen nasce il 23 settembre del 1949 a Long Branch, nel New Jersey. Sua madre, Adele Ann Zirilli, ha chiare origini italiane, infatti, la famiglia emigrò per gli Stati Uniti a fine ‘800 da Vico Equense, vicino Napoli. Da giovane venne iscritto a una scuola cattolica, ma Bruce, poco avvezzo alle rigide regole di queste tipologie d’istituti, visse un periodo di sofferenza. Ad alleviare questi momenti, ci pensarono il baseball e la musica, infatti, fin dall’età di 7 anni si interessò alla chitarra. A quindici anni iniziò a suonare per una band locale, i The Castiles con cui ebbe la prima notorietà, anche se locale.

Dopo la creazione di due gruppi di buon successo come gli Steel Mill e la Bruce Springsteen Band, il cantante ebbe la grande notorietà con la nuova formazione degli E Street Band di cui fecero parte gli storici musicisti: Clarence Clemons, Roy Bittan, Danny Federici, Max Weinberg e Steven Van Zandt.

Bruce Springsteen: album e canzoni

Difficile citare tutte le sue canzoni, ma molte sono entrate nella storia musicale americana e internazionale e, a distanza di anni, sono ancora cantate e rendono unici i concerti di Bruce Springsteen. Tra i tanti brani possiamo  citare: Born to run, Born in the U.S.A., My Hometown, Streets of Philadelphia, Long walk home, Waitin’ on a sunny day, Radio nowhere, I’m on fire, Glory days, Dancing in the dark.

Ecco tutti I suoi album registrati in studio:

  • 1973 – Greetings from Asbury Park, N.J.
  • 1973 – The Wild, the Innocent & the E Street Shuffle
  • 1975 – Born to Run
  • 1978 – Darkness on the Edge of Town
  • 1980 – The River, doppio
  • 1982 – Nebraska
  • 1984 – Born in the U.S.A.
  • 1987 – Tunnel of Love
  • 1992 – Human Touch
  • 1992 – Lucky Town
  • 1995 – The Ghost of Tom Joad
  • 2002 – The Rising
  • 2005 – Devils & Dust
  • 2006 – We Shall Overcome: The Seeger Sessions
  • 2007 – Magic
  • 2009 – Working on a Dream
  • 2012 – Wrecking Ball
  • 2014 – High Hopes
  • 2019 – Western Stars

Perché The Boss?

Bruce Springsteen è universalmente conosciuto come “The Boss”, ma da dove deriva questo soprannome? Nella realtà non c’è una versione univoca, la più probabile è quella in cui si dice che agli esordi era colui che distribuiva il compenso alla band. La più simpatica e curiosa, deriva dal fatto che sia un eccellente giocatore di Monopoli. Sta di fatto è che tutti ormai lo chiamano, sempre e dovunque, The Boss.