Fondi a pioggia per la cultura in Campania da parte del MiBac
Fondi a pioggia per la cultura in Campania da parte del MiBac
adv

Il Mibac ha stanziato notevoli cifre per finanziare diversi siti e musei in Campania. Un’opportunità di rinnovamento da non perdere

Il Mibac (Ministero per i beni e le attività culturali) ha deciso di erogare, tra il 2021 e il 2033, 105 milioni e 800.000 euro per migliorare e potenziare l’offerta del patrimonio culturale in Campania.

Il vasto progetto targato Mibac

I fondi stanziati per la Regione Campania fanno parte di un più ampio investimento concernente tutta l’Italia. La cifra complessiva è, infatti, di 1 miliardo di euro. Per la Regione Campania sono previsti 78 interventi, 966 quelli per tutto l’ambito nazionale.

Investimenti a Napoli

Il Palazzo Reale e l’annessa Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” avranno quasi 6 milioni di euro. Di questa cifra, due milioni per restaurare e sviluppare la sezione della biblioteca intitolata a Lucchesi Palli e per la realizzazione di nuovi depositi. Non mancheranno fondi per lo sviluppo della digitalizzazione bibliotecaria.

La Biblioteca Universitaria di Napoli ha ricevuto 1 milione e 250mila euro per lavori vari.

La parte del leone, a Napoli, è senz’altro della Reggia di Capodimonte. 43 milioni di euro sono stati stanziati per questo gioiello dell’arte napoletana e non solo. Sarà così possibile, ad esempio, restaurare le facciate e i porticati, realizzare ex novo impianti adibiti alla sicurezza sismica.

E molto altro ancora per rendere ancora migliore una delle regge più belle d’Italia.

Il resto della Campania

Al Parco Archeologico di Ercolano sono stati concessi 20 milioni di euro. 16 milioni per Pozzuoli (5 milioni per il sito archeologico di Cuma e altri 5 per l’Anfiteatro). A Bacoli, il Castello di Baia riceverà un milione di euro destinati a lavori di ristrutturazione.

L’importante sito archeologico di Paestum, in Provincia di Salerno, riceverà 2 milioni di euro

Una vittoria campana

Una vittoria, riteniamo, di tutta la Campania. Un pacchetto di investimenti che, se ben gestiti, potranno dare un forte contributo non solo nel settore turistico ma anche a tutti gli altri settori dell’economia campana.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.