Carabinieri fermano fuggitivo a casa dei nonni
adv

Il fatto è successo poco fa tra i vicoli di Napoli. L’uomo era agli arresti domiciliari

Un uomo prima ha danneggiato un esercizio commerciale di via Pignasecca e poi è sfuggito ad un primo tentativo di arresto da parte delle forze dell’ordine.

Il fuggitivo e l’inseguimento dei carabinieri

Il giovane fuggitivo, ha 21 anni, si chiama Mario Garnieri ed è già conosciuto dai carabinieri visto che doveva essere agli arresti domiciliari. Prima ha danneggiato un panificio di via Pignasecca a causa di una rissa scoppiata nell’esercizio commerciale. I carabinieri sono intervenuti per sedare la rissa ed è stato loro indicato il giovane che è scappato al civico 15 di via San Liborio, a casa dei nonni.

Nell’abitazione, il ragazzo si è barricato dentro per non farsi arrestare dalle forze dell’ordine che si sono recate sul posto.

L’arresto

Dopo un lungo negoziato, Garnieri è stato infine catturato in via Concezione a Monte Calvario (nell’omonimo quartiere) mentre stava tentando di nuovo di fuggire. Su di lui non sono state trovate armi.

Attualmente è in stato di fermo a disposizione delle autorità competenti.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.