clan cutolo
adv

Duro colpo inferto al clan “Cutolo”. Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli stanno eseguendo misure cautelari nei confronti di persone ritenute affiliate al gruppo camorristico “Cutolo”. Tra gli arrestati anche esponenti del clan “Sorianiello”.

Nel Rione Traiano, quartiere della periferia occidentale della città, i Carabinieri stanno eseguendo un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, emessa dal gip del tribunale di Napoli, su richiesta della direzione distrettuale antimafia partenopea.

Le indagini, condotte dai Carabinieri del nucleo investigativo di Napoli e della Compagnia di Bagnoli e coordinate dalla DDA di Napoli, hanno consentito di documentare e ricostruire l’attività del clan “Cutolo”, sotto l’influenza dello storico cartello dell’Alleanza di Secondigliano.

Gli indagati sono gravemente indiziati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e vendita di sostanze stupefacenti, tentato omicidio e porto abusivo di armi.

Tra gli indagati tratti in arresto vi sono: Mazzaccarro Giuseppe, fornitore di sostanza stupefacente attivo nel Rione Traiano; elemento di vertice del gruppo camorristico Sorianiello; Ostinato Giuseppina, coniuge di Cutolo Salvatore; Calone Antonio (detto “Tonino di Posillipo”), affiliato con ruolo apicale al gruppo riferibile alla famiglia Cutolo, pur conservando il controllo criminale del quartiere di Posillipo.

Sala Stampa – Comando Provinciale Carabinieri di Napoli
Via Mario Morgantini 4 – Napoli
tel. 081-5483420<tel:081-5483420> mail: provnasalastampa@carabinieri.it