Colin Angle siamo all’inizio dell’era dei robot
adv

Di seguito una intervista, rilasciata a Sky, di Colin Angle: CEO e fondatore di iRobot, scopriamo alcune cose in più di questo affascinante campo tecnologico 

Dall’alba dei tempi si parla del “futuro”.
Ma se passa il tempo, inesorabilmente, questo futuro quando arriverà realmente?
Ormai, per cause tecnologiche, sociali, economiche, ogni fase storica sta correndo in maniera veloce e inesorabile.
Forse ciò che un giorno farà parte della quotidianità (in campo tecnologico n.d.r.) è già nella mente di qualcuno, seppur sia “ancora tutto da scrivere”: così commenta Colin Angle.
Statunitense, di Boston, 52 anni e fondatore di iRobot, grazie a Roomba è riuscito a portare il primo robot “intelligente” nelle case di milioni di persone.
Le nostre case  non sono affatto molto smart ma lo diventeranno”. L’era dei robot? “Siamo solo all’inizio!”.

L’industria dei robot è già avviata?

L’industria dei robot si sta muovendo rapidamente ma è ancora molto lenta rispetto a quello che ci immaginiamo.
Le possibilità sono enormi
”.

Come nasce iRobot?

L’idea non è stata la parte difficile, capire come costruire i robot è stata la parte difficile.
C’era un cartone animato negli anni ‘60, “I pronipoti”, in cui compariva Rosie, il robot casalinga.
Quando ho creato l’azienda e l’ho presentata a varie persone, mi chiedevano puntualmente: ‘Bellissima idea, vieni a pulirmi casa?’.
Ma ci sono voluti 12 anni dalla creazione di iRobot al lancio del primo prodotto, nel 2002
”.

Colin Angle, iRobot tra cybersecurity e privacy

Viviamo tempi interessanti: se c’è una falla nella sicurezza ci arrabbiamo molto, ci indigniamo.
Ma il giorno dopo andiamo a comprare la cosa più economica che troviamo in negozio, senza pensare che se un oggetto costa poco, un motivo c’è.
Noi spendiamo milioni di dollari per assicurarci che i robot siano sicuri.
Questo rende i nostri prodotti più cari ma penso sia lo cosa giusta da fare.
E alla fine anche i consumatori si renderanno conto che è importante
”.
Conclude parlando della privacy del trattamento dei dati dei clienti: “Non venderemo mai i dati dei clienti, non lo faremo mai.
E’ la nostra filosofia, il nostro modo di fare e penso che il futuro sarà così
”.

Colin Angle e la “conquista dello spazio”

Lavoravo alla Nasa quando ero al College, ho creato iRobot subito dopo la laurea.
Il nostro primo business plan era fare un robot che sarebbe andato sulla luna.
E l’idea era fare soldi vendendo i diritti per un film.
Non ha funzionato; ma in un certo senso sì: la tecnologia che abbiamo aiutato a sviluppare è diventata la base per il rover Sojourner che è andato su Marte. E quindi il mio nome è su Marte!”
.