adv

La Cartiera di Foggia, un sito produttivo destinato a scomparire, celebra la rinascita con l’inaugurazione della nuova produzione

La BCE (Banca Centrale Europea) si affida alla Cartiera di Foggia per la produzione di carte speciali di sicurezza. La Valordicarta S.p.A. è la nuova società in house del Poligrafico e della Banca d’Italia.

Giuseppe Conte

Il taglio del nastro nello stabilimento di Foggia è avvenuto ieri pomeriggio alla presenza del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che nel suo intervento ha voluto ricordare le sue origini: “Sono figlio di questo territorio, oggi sono qui a celebrare la rinascita di uno stabilimento che solo pochi anni fa sembrava destinato a scomparire. L’obsolescenza tecnologica, la mancanza di opportunità di mercato avevano messo in esistenza l’esistenza stessa di questo stabilimento produttivo.”

Il Premier inoltre afferma che: “la nascita di Valoridicarta realizza una operazione di sistema di cui l’Italia ha bisogno, offre una nuova prospettiva a una realtà industriale e questo grande risultato viene raggiunto coniugando la produzione della carta con il moderno”.

I prodotti

Le carte speciali di sicurezza sono diverse tipologie di carta con o senza filigrana, utilizzate soprattutto nella produzione di carte d’identità, banconote e soluzioni per l’autenticazione, che consentono di prevenire la falsificazione dei prodotti.

La complessità delle carte di sicurezza può essere più alta inserendo nella fase di produzione e dell’impasto della carta degli elementi come fibrille, filo di sicurezza, inchiostri, striscia olografica, ecc.

Giorgio Lo vecchio

Le parole del deputato Giorgio Lo vecchio:

“La nascita di Valoridicarta realizza quindi un’operazione di sistema e offre una nuova prospettiva ad una realtà industriale. La storia di questo stabilimento può costituire un esempio da seguire per il rilancio dell’intero Mezzogiorno. Per troppi anni non sono stati compiuti analoghi investimenti in queste aree, è giunto il momento di invertire questo processo. Lo dobbiamo non solo al nostro Sud, ma soprattutto ai ragazzi costretti a lasciare la propria terra per costruire un futuro migliore e a tutti coloro che, nonostante tutte le difficoltà, ci restano. Un evento molto significativo, per celebrare la rinascita di uno stabilimento che, fino a pochi anni fa, era destinato a scomparire: la Cartiera di Foggia. L’obsolescenza tecnologica e la mancanza di opportunità di mercato avevano messo in discussione l’esistenza stessa dello stabilimento produttivo”.