adv

Un nuovo focolaio di Coronavirus in una casa di cura a Qualiano. Rsa di nuovo sotto i riflettori

Nuovo focolaio a Qualiano, nella struttura per anziani dell’istituto religioso “Discepole di Santa Teresa del Bambin Gesù” dove sono state registrate lo scorso mercoledì, in un solo giorno, 5 persone positive. La struttura è stata posta in quarantena per prevenire ulteriori contagi.

Il sindaco Raffaele de Leonardis ha aggiornato della situazione, dichiarando:
“Il primo caso positivo è stata di una signora che lavorava all’interno della casa di cura. Subito dopo abbiamo inviato una comunicazione all’Asl affinché facessero controlli anche nelle altre strutture e per mettere in sicurezza poi tutti gli anziani ricoverati e le persone che vi lavoravano all’interno. Sono stati così effettuati circa 30 tamponi, di cui 5 di questi risultati positivi”.   

Il Sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis

Si tratterebbe di 5 anziani ospiti della struttura, due sono dializzati, e sono state ospedalizzate, le altre 3 sono state poste in isolamento. Sono state messe in atto tutta una serie di prevenzioni affinché non si propagasse il contagio.
Secondo gli aggiornamenti fatti dal sindaco, emerge che sono risultati tutti negativi i tamponi a cui sono stati sottoposti il resto degli anziani della struttura residenziale e ha dato anche la notizia che altri tre concittadini sono guariti.

Ha poi concluso annunciando il provvedimento di contenimento dell’epidemia: “Questa mattina ho ordinato la quarantena di tutta la struttura e di quella annessa occupata da religiose”.

Ischia a Villa Mercede il numero dei contagi è salito   

Villa Mercede

Sono infatti 28 i postivi, di cui 21 ospiti, 2 deceduti, 6 operatori e un bambino di appena 3 anni, parente di un operatore. Il focolaio di Villa Mercede è venuto alla luce dopo la morte di una donna ospite della struttura che era stata ricoverata all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli e che, al ritorno sull’isola ha iniziato a manifestare i primi sintomi. Nell’ospedale flegreo sono risultati contagiati decine di operatori, infermieri e medici e forse proprio il periodo di ricovero è stata occasione di contagio.

Clinica Santa Maria del Pozzo

Somma Vesuviana – Focolaio nella clinica Santa Maria del Pozzo

Ieri sono arrivati i risultati dei 150 tamponi a cui erano stati sottoposti gli ospiti della struttura, il personale sanitario e chi si trovava all’interno della struttura: l’esito è stato di 15 casi positivi al contagio da Coronavirus, di cui 12 anziani ospiti della clinica che sono attualmente ricoverati al Covid hospital di Boscotrecase, gli altri 3 positivi, sono dipendenti della clinica.

Il sindaco, Salvatore Di Sarno, ha dichiarato: “Tra i 15 positivi non c’è nessun cittadino di Somma Vesuviana, ma questo purtroppo non significa che non c’è ne potrebbero essere già in ore. Mai avrei voluto questo momento di caos nella mia città, tra l’altro proprio ora che stavamo uscendo da questo incubo. Ma non bisogna disperare, ne usciremo sicuramente”.

 

Avatar
Ha studiato architettura, ma ha trovato la sua collocazione nel settore energetico. Scrittore, autore di “Avevo un cuore che ti ama tanto”, tratterà di fatti, misfatti e “misteri” della tradizione napoletana, non tralasciando, tuttavia, di essere attento a fatti di cronaca che vengono trattati “sotto-luce”