Ordinanza numero 65 anti Covid-19 nella Regione Campania
adv

L’Ordinanza regionale n. 65 è valida fino al 15 agosto e prevede l’obbligo della mascherina sui trasporti, pubblici e privati

Ieri, 6 agosto 2020, Vincenzo De Luca (Presidente della Regione Campania) ha firmato l’Ordinanza numero 65, contenente nuove disposizioni circa il contrasto al Coronavirus, che avrà validità su tutto il territorio regionale fino al 15 agosto.  

Novità per i trasporti marittimi

Su aliscafi, navi e traghetti sarà obbligatorio indossare la mascherina “in

tutte le aree terminal (ivi compresi banchine e moli) nonché all’ingresso e a bordo dei mezzi di trasporto, durante tutto il tragitto”. Sarà possibile occupare il 100% dei posti seduti consentiti a bordo, ma gli eventuali “faccia a faccia” saranno riservati “esclusivamente a componenti dello stessa unità abitativa o gruppo familiare”. 

E’ obbligatorio rilevare la temperatura corporea all’imbarco e dovranno essere presenti Forze dell’Ordine e/o della Polizia Municipale a bordo. 

Negato l’accesso a bordo

Dovrà essere negato l’accesso a bordo sia nel caso in cui dovesse essere rilevata una temperatura superiore a 37,5 gradi cc sia in caso di passeggeri che non indossino la mascherina. 

Multe salate se si viola l’Ordinanza

Vista la gravità della pandemia da Covid-19, in caso di violazioni dell’Ordinanza sono previste multe salate di 1000 euro “in conformità a quanto previsto dall’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge n.35 del 2020 e ss.mm.ii.”. 

Trasporto su ferro e gomma

Per quanto concerne il trasporto su ferro e gomma rimangono confermate le attuali limitazioni all’utilizzo dei posti a bordo così come permane l’obbligo di indossare la mascherina “nei terminal, nelle stazioni, all’ingresso a bordo e per tutta la durata del tragitto”. 

L’appello ai giovani di Roberto Speranza

Nell’Ordinanza possiamo rilevare un esplicito riferimento (pagina 6 ordinanza punto 1 primo capoverso, pagina 7 punto 1) all’Ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza (LeU) del 1 agosto 2020: “è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico”. 

Proprio in queste ore è stato pubblicato sulla Stampa un’intervista al ministro Speranza nel quale quest’ultimo lancia un appello ai giovani: “Alle ragazze e ai ragazzi dico: state attenti, perché voi siete il veicolo principale del contagio in questo momento“. 

Anche se ci si diverte, e ciò è assolutamente legittimo, non bisogna abbassare la guardia: è di fondamentale importanza mantenere tutte le precauzioni possibili per evitare il contagio, per noi, per le nostre famiglie e per la nostra comunità. 

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.