Covid-19 e meno inquinamento
adv

La quarantena a causa dell’emergenza Covid-19, oltre a preservare la nostra salute, ha contribuito alla diminuzione di incidenti e smog

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha cambiato radicalmente le nostre abitudini, il nostro stile di vita ma ancor più l’ambiente circostante.

In questo strano periodo di quarantena, la natura sta vivendo una forma di riscatto per se stessa, infatti l’assenza dell’uomo nelle strade ha abbassato di molto i livelli di smog e inquinamento, oltre che ridurre gli incidenti stradali.

Di certo la nostra vita dopo il lockdown non sarà più la stessa, dovremmo imparare a convivere con le nuove forme di prevenzione e probabilmente con la consapevolezza di poter vivere in maniera più sostenibile.

Covid-19: livelli di smog e incidenti diminuiti

Con la quarantena imposta a livello mondiale, milioni e milioni di auto sono parcheggiate in garage e questa situazione ha comportato anche una diminuzione degli incidenti.

La riduzione dell’inquinamento porta notevoli vantaggi all’ambiente e alla nostra salute, infatti ogni anno sono circa 4 milioni i decessi causati dallo smog.

Covid-19 e città più pulite

Un esempio evidente di quanto appena detto lo si riscontra in California, dove i sinistri sono diminuiti del 50%, quindi circa 15 mila incidenti in meno in un mese, portando un consequenziale svuotamento degli ospedali di almeno 6.000 feriti lievi e gravi.

Tutto ciò, secondo l’Università della California porta anche ad un risparmio di circa 40 milioni di dollari ogni giorno solo nello Stato della costa Ovest.

Allo stesso modo sta accadendo in Italia, infatti secondo i dati dell’ASAPS, gli incidenti durante il periodo di lockdown sono in calo dell’80%.

A differenza degli Stati Uniti la riduzione è maggiore a causa delle misure restrittive molto più rigide rispetto a quelle adottate dagli americani.

Inoltre, l’incremento dei controlli dalle Forze dell’Ordine ha migliorato anche la sicurezza al volante, aumentando la responsabilità degli automobilisti molto più attenti a rispettare i limiti di velocità e le regole stradali.

Volendo fare un confronto con i dati risalenti a marzo 2019 il numero di incidenti stradali era pari a 564, mentre nel 2020 siamo fermi a 106; per quanto riguarda i feriti e i decessi, nello stesso periodo risalente al 2019 le cifre erano pari a 399 feriti e 12 morti, ad oggi invece siamo a 45 feriti e 3 morti.

Covid-19: come possiamo mantenere il mondo più pulito

In pochissimi decenni il nostro mondo è cambiato, i tempi e i ritmi di vita si sono velocizzati di gran lunga e a conti fatti gli svantaggi spesso superano i vantaggi.

Possiamo ancora rimediare a tutto questo mettendo un freno alle nostre insane abitudini, magari iniziando a promuovere gli spostamenti in bicicletta o in monopattino.

covid e diminuzione dello smog

Con l’adozione di questo nuovo stile di vita potremmo ricavare notevoli vantaggi, come aria più pulita, meno rischi, meno feriti e dunque ospedali e pronto soccorso più accessibili.

Inoltre, si potrebbe optare anche (quando è possibile) per soluzioni di lavoro in smart working, esattamente come in questo periodo, oppure iniziare a viaggiare in maniera più “green” magari utilizzando il car sharing.

Tutto questo è possibile e a dimostrarlo è proprio il fatto che in questo periodo di lockdown sono aumentati gli spostamenti a piedi per andare a fare la spesa o altre commissioni, come anche lo sport all’aria aperta.

Cerchiamo, quindi, di vedere il bicchiere anche mezzo pieno e di trarre il meglio anche da questa situazione davvero complicata.