Covid-19
adv

Intervento deciso da parte del Ministero degli Interni per evitare il contagio da Covid-19. Aperti numeri verdi regionali ad hoc  

La paura e il caos si stanno diffondendo a causa del recente Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri volto a contenere il contagio da Covid-19, attualmente concentrato prevalentemente.

Proprio per riportare l’ordine e la fiducia tra i cittadini, e le Regioni interessate, si è mosso in queste ore il Ministro degli Interni, la potentina Luciana Lamorgese.

Quest’ultima, infatti, ha inviato una direttiva ai Prefetti contenente tutte le disposizioni necessarie a far rispettare le misure governative per la sicurezza di tutti.

Una disposizione necessaria anche a causa delle ordinanze regionali non sempre coerenti con il DPCM disposto dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Le misure anti Covid-19

Il punto principale della direttiva inviata dal Viminale ai Prefetti concerne gli spostamenti: chi si può spostare? Solo chi presenta una necessità assoluta o lavorativa, o medica o familiare. Il tutto dovrà essere dimostrato, tramite autodichiarazione, alle forze dell’ordine.

Chi si trova in quarantena o contagiata da Coronavirus non dovrà muoversi per nessun motivo.

Saranno posti sotto controllo le strade, autostrade, gli aeroporti, stazioni delle metropolitane e ferroviarie.

Per quanto concerne le stazioni ferroviarie, per esempio, dovranno essere utilizzate apparacchiature termoscan nelle stazioni ferroviarie per controllare gli utenti in entrata e in uscita.

Cosa succede per chi viola queste disposizioni?

I contravventori di queste disposizioni rischiano di finire in carcere secondo quanto prevede l’articolo 650 del Codice Penale: un massino di 3 mesi o un’ammenda che può giungere fino a 206 euro.

Altri punti importanti

Non ci sono solo divieti infatti possiamo constatare che il trasporto delle merci non sarà impedito in alcun modo così come gli uffici pubblici che rimarranno aperti. Francesco Boccia, Ministro degli Affari Regionali, così si è espresso in una recente conferenza stampa: “Gli uffici pubblici restano aperti in tutte le zone, da Nord a Sud”.

Numeri verdi regionali

Di seguito, i numeri verdi regionali attivati per l’emergenza Covid-19.

Calabria: 800 76 76 76;

Campania: 800 90 96 99;

Marche: 800 93 66 77;

Emilia-Romagna: 800 033 033;

Friuli Venezia Giulia: 800 500 300;

Lazio: 800 11 88 00;

Lombardia: 800 89 45 45;

Piemonte: 800 333 444;

Provincia autonoma di Trento: 800 86 73 88;

Sicilia: 800 45 87 87;

Toscana: 800 55 60 60;

Trentino Alto Adige: 800 751 751;

Umbria: 800 63 63 63;

Val d’Aosta: 800 122 121;

Veneto: 800 46 23 40.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.