Cyber-attacco all’Opac: accusata la Russia

32
Unione Europa
adv

L’Olanda ha espulso quattro agenti dell’intelligence russa per il tentativo di cyber-attacco ai danni dell’Opac

Poche ore fa l’Olanda ha accusato la Russia di aver lanciato un cyber-attacco all’Opac, l’Agenzia per la proibizione delle armi chimiche, che ha, per l’appunto, il suo quartier generale all’Aja. 

La controffensiva olandese

Il Ministro della Difesa olandese ha, a questo proposito, dichiarato di aver provveduto all’espulsione di ben quattro agenti appartamenti all’intelligence russa, accusati dell’attacco criminale. 

Le reazioni 

In merito, si sono già pronunciati il presidente del Consiglio dell’Unione Europea, Donald Tusk, ed il presidente della Commissione UE Jean-Claude Junker, che hanno espresso forte preoccupazione, ma anche sgomento, per il tentato cyber-attacco all’Opac. Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ha dichiarato che l’Unione Europea continuerà a rafforzare le sua difese per resistere ad attacchi di questo tipo.

Intanto, da Londra, fanno sapere che il tentativo di cyber-attacco all’Opac non è stato l’unico orchestrato dall’intelligence russa. 

I dettagli

I servizi di sicurezza olandesi hanno fatto chiarezza sulla vicenda. Secondo quanto riportato alla Bbc, avevano già espulso quattro agenti russi ad aprile. Le indagini hanno portato ad accusare l’intelligence militare russa, denominata Gru. Gli agenti, per l’appunto, avevano dei passaporti di tipo diplomatico e uno di loro è risultato essere un esperto di informatica. 

Tra l’altro, l’Opac era stata coinvolta negli ultimi tempi nelle indagini relative all’attacco sferrato nel Regno Unito ad opera di Sergei Skipral, ex spia russa. Inoltre, l’Agenzia stava anche indagando in merito a dei presunti attacchi chimici in Siria.  

In realtà, l’Opac era già da tempo impegnata nelle indagini relative all’abbattimento dell’aereo Malaysian Airlines Mh17 del 2014, caduto mentre stava percorrendo la rotta Amsterdam-Kuala Lumpur. Sembra proprio che queste indagini fossero di grande interesse per l’intelligence russa. 

Dal mondo

Intanto, oltre al Regno Unito, anche l’Australia ha dichiarato che dietro moltissimi cyber-attacchi, che stanno diventando sempre più frequenti, lanciati negli ultimi tempi, ci sia proprio l’intelligence russa. 

Addirittura, il National Cyber Security Center inglese ha parlato di attacchi informatici contro i sistemi di trasporto dell’Ucraina, l’agenzia mondiale che si occupa dell’antidoping, oltre che all’ormai famosissima elezione presidenziale di Trump negli Stati Uniti.