adv

Vediamo insieme come è nato il premio cinematografico italiano David di Donatello

Mercoledì 27 marzo, a partire dalle 21 e 30, inizierà la diretta per la premiazione dei David di Donatello, i nostri Premi Oscar per intenderci. Palcoscenico dell’evento, Roma, la Città Eterna ma anche prestigiosa sede di Cinecittà.

Come e perché è nato questo premio cinematografico? Lo vedremo insieme.

Il David di Donatello

Il premio cinematografico italiano David di Donatello ha preso il suo appellativo dall’omonima opera di Donatello, una riproduzione in scala della quale viene consegnata ai vincitori delle diverse categorie durante la cerimonia di premiazione.

Il David fu istituito attorno alla metà degli Anni Cinquanta, il periodo d’oro del cinema italiano. Il primo simbolo del premio non fu il David ma una porta aperta, a simboleggiare il superamento degli anni bui della II Guerra Mondiale.

Il David di Donatello fu il frutto di due circoli romani cinefili: l’Open Gate Club (con il suo Comitato per l’Arte e la Cultura, nato nel 1953) e il Circolo Internazionale del Cinema, dal 1955 Club Internazionale del Cinema.

All’epoca erano guidati, rispettivamente, da Gino Sotis e  Lidio Bozzini. Ma la persona alla quale si deve la nascita di questo prestigioso riconoscimento cinematografico è senz’altro Italo Gemini, nato nel 1900 caso del destino, all’epoca Presidente dell’AGIS (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo).

Quest’ultimo convinse le due associazioni a collaborare per dare vita all’ormai consolidato riconoscimento che premia, annualmente, le migliori produzioni cinematografiche italiane e straniere.

Alcune curiosità

La base della miniatura del David di Donatello è di malachite quadrata, portante  una targa in oro, che riporta la categoria del premio, l’anno e il vincitore. Un premio personalizzato, proprio come gli Oscar.

Il premio che vinse la bravissima Gina Lollobrigida, nel 1956, per la sua interpretazione in La donna più bella del mondo è stato venduto all’asta, nel 2013, dalla Casa d’aste londinese Sotheby.

Nel 2006, per ricordare degnamente i 50 anni della fortunata premiazione, furono conferiti 8 premi speciali, i cosiddetti David del Cinquantenario, per omaggiare i più capaci rappresentanti delle cardinali categorie della storia del cinema italiano.