Dazn: un primo bilancio dopo un mese

Tante critiche, ancora molta incertezza, ma sicuramente questa piattaforma sta facendo parlare di se

60
Dazn: un primo bilancio dopo un mese

Tante critiche, ancora molta incertezza, ma sicuramente questa piattaforma sta facendo parlare di se

18 Agosto 2018 Lazio-Napoli 1-2, le marcature di Arkadiusz Milik e Lorenzo Insigne rispondono al (bellissimo) gol di Ciro Immobile.

Nella cornice dello stadio olimpico di Roma, va in scena la prima giornata di campionato, nonchè la prima partita in esclusiva su DAZN in Italia.

I pareri degli utenti

Metà del primo tempo, il segnale si perde in quasi tutta Italia, a volte riprende con un discreto ritardo che, infastidendo gli utenti, porta migliaia di commenti negativi sulla pagina facebook della piattaforma.

Uno streaming spesse volte interrotto, non in una gran qualità video, a volte senza nemmeno la possibilità di ascoltare la telecronaca affidata a Pierluigi Pardo e all’ex campione del mondo Mauro German Camoranesi.

Molti addirittura postano video in cui, nostalgicamente, vengono immortalate le “radioline”; sicuramente con un segnale non in differita e con il gusto “di una volta”.
Tanti disservizi, figli di connessioni lente, piuttosto che di problemi all’interno dei server, o anche al gran numero di iscrizioni avvenute proprio in quella giornata.

La risposta di Dazn

Il giorno seguente gli utenti hanno avuto questa risposta : “È stata una serata storica e di grande successo per la prima trasmissione di un match di serie A su Dazn. Finora è stato l’evento live più seguito sulla nostra piattaforma a livello internazionale.

Abbiamo riscontrato un rilevante incremento delle registrazioni e degli accessi nelle ore e nei minuti precedenti al calcio di inizio di Lazio-Napoli, e il traffico sulla piattaforma è stato fluido. Alcuni utenti hanno registrato delle interruzioni. Siamo prontamente intervenuti, risolvendo la situazione nel minor tempo possibile”.

Ma la questione non sembra esser finita qui.

Revoca delle licenze?

Allo stato attuale delle cose non è contemplata una eventuale revoca dei diritti di cui DAZN è proprietario.
Tantomeno la possibilità di poter “trasferire” le partite dallo streaming online sui decoder Sky.

La denuncia da parte del CODACONS

Anche il CODACONS ha rilasciato un esposto a riguardo: “È evidente che la condotta di SKY e DAZN sia scorretta ai sensi del Codice del Consumo, in particolare sia aggressiva ai sensi dell’articolo 24 del Codice in quanto esercita un indebito condizionamento sul tifoso […] ad aderire a ben 2 abbonamenti con un esborso maggiore in termini denaro e ad usufruire comunque di un servizio di pessima qualità”.

Così prosegue: “posta in essere da DAZN, che si fa pagare 9,90€ al mese per rendere un servizio scadente: le partite trasmesse sono continuamente interrotte anche per chi ha la connessione con fibra ottica.

Dal canto suo SKY pone in essere una condotta scorretta in quanto costringe gli utenti a pagare l’abbonamento per la serie A, allo stesso prezzo della scorsa stagione calcistica, non garantendo la trasmissione di tutto il campionato e non dichiarando sin da subito quali sono le partite che non verranno trasmesse”

Novità in vista

Per coloro i quali non abbiano ancora sottoscritto un abbonamento, ricordiamo costi e modalità in questo articolo.

Tim, per i clienti da più di un anno, ha deciso di regalare un accesso di 2 mesi gratuiti, a DAZN, permettendo di usufruire di ogni servizio offerto dalla piattaforma.
Infinity invece permette la sottoscrizione di un abbonamento “Infinity + DAZN”, esso prevede la visione di film, serie TV ed eventi sportivi su 4 schermi in contremporanea (2 con Infinity e 2 con DAZN) in alta definizione; il tutto al prezzo di 13.99€ al mese anziché 17.99€.

Sempre previsto il periodo di prova, di un mese, ma per i nuovi abbonati.

Un grande passo per la rete streaming del gruppo Mediaset.

Chiunque voglia invece semplicmente usufruire del periodo “trial”, potrà farlo con qualsiasi carta di credito o prepagata, registrandosi al sito; chiaramente per sottoscrivere una “nuova prova” bisognerà utilizzare un altro account e un altra carta.

Oltre la Serie A

Chiaramente DAZN non è solo calcio però, o quantomeno non solo Serie A, ricordiamo che per quanto riguarda la Serie BKT (playoff e i playout inclusi) ha l’esclusiva su 10 partite a settimana.

L’abbonamento prevede anche La Liga, la Ligue 1, la Coppa di Lega Inglese, la Coppa d’Africa delle Nazioni, la Copa Libertadores, la UFC, la MLB, la NHL e l’NFL.

Cosa ne sarà di DAZN? Saranno, un giorno, risolti tutti questi problemi? E’ colpa di connessioni scadenti o della piattaforma?
Non ci resta che aspettare.