Ettore Weber, il famoso addestratore del Circo Orfei, è stato ucciso da una tigre durante le prove dello spettacolo
adv

Ettore Weber, il famoso domatore del Circo Orfei, è stato ucciso da una tigre durante le prove dello spettacolo

La tragedia è avvenuta, lo scorso 04 luglio, nel Circo di Marina Orfei, allestito nelle campagne di Triggiano, vicino al centro commerciale Bariblu. Da una prima ricostruzione, sembrerebbe che la tigre abbia aggredito il 61enne, provocandogli delle ferite mortali. Gli animali avrebbero, addirittura, continuato a dilaniare il corpo dell’addestratore ormai privo di vita.

Il tragico epilogo

Giovedì scorso, Ettore Weber uno dei domatori italiani più famosi, è stato aggredito mortalmente dalle sue quattro tigri del Bengala. L’incidente è avvenuto nella gabbia dove il domatore era da solo che le 4 tigri durante le prove per lo spettacolo che si sarebbe dovuto tenere nei giorni successivi. Emerge un particolare raccapricciante le tigri dopo aver ucciso l’uomo hanno continuato a giocare con il suo corpo esanime per diversi minuti. La prima a lanciare l’allarme è stata la moglie del domatore che era lì ad assistere alle prove, fortunatamente fuori dalla gabbia. Secondo una prima ricostruzione fornita dalla donna, una delle tigri ha sferrato una zampata fatale al petto dell’uomo che l’ha scaraventato a terra, privo di vita. A quel punto le altre tre tigri che erano posizionate sui rispettivi piedistalli, sono scese ed hanno iniziato ad infierire sul corpo già martoriato dell’uomo.

The show must go on

Sembra che gli spettacoli in programma a Triggiano, per il momento, siano sospesi, anche se sulla pagina Facebook del circo appare ancora il post con la locandina in cui si sponsorizza l’evento “Animal Park” che si sarebbe, per l’appunto, dovuto tenere a Triggiano dal 15 giugno al 14 luglio. Forse la settimana prossima il circo riprenderà la propria attività.
I colleghi del domatore ucciso hanno classificato l’evento come una semplice fatalità. Gli inquirenti, impegnati a far luce sulle dinamiche dell’incidente, indagheranno anche sul rispetto delle norme in tema di custodia e trasporto di animali di grossa taglia, per verificare che le tigri non abbiano subito maltrattamenti.
Sul web non mancano messaggi di cordoglio per la famiglia del domatore, tanti però, sono anche i post di critica degli animalisti, che da anni, denunciano i maltrattamenti che subiscono gli animali all’interno dei circhi. Sul web è pieno di video denunce dove si vedono gli animali picchiati anche con fruste e bastoni per obbligarli a compiere gli esercizi o legati ad una catena minuscola per 22 ore al giorno o ancora lasciati in gabbie piccolissime sotto il sole cocente senza cibo o acqua. Da anni, si parla di vietare l’uso degli animali nei circhi, speriamo che questa tragedia riesca a sensibilizzare l’opinione pubblica su questa problematica.

La sorte delle quattro tigri

Al momento, gli animali sono sotto sequestro e sono state affidate alla custodia dello Zoosafari di Fasano, dove sono accudite dai veterinari della struttura. Tuttavia, persiste il problema della loro destinazione finale, l’affido temporaneo non permette alla struttura di avviare il protocollo standard di inserimento nel parco (a partire dalla quarantena e dalle visite veterinarie). Tutti gli animalisti si augurano che questi felini possano finalmente trovare un ambiente adatto in cui vivere.

Avatar
Mi chiamo Benedetta Greco, nel 2013 mi sono laureata in giurisprudenza, presso l'università Federico secondo di Napoli, con tesi sulla definizione di terrorismo in diritto internazionale (di cui vado molto fiera). Ho collaborato come praticante avvocato abilitato per diversi Studi legali e nel 2016 dopo tre anni di gavetta ho superato con successo l'esame di abilitazione alla professione forense. Le mie esperienze professionali si estendono anche al piano della didattica: nel 2014 ho diretto dei moduli riguardanti la “Legislazione commerciale” e “ Legislazione fiscale” nell'ambito di un corso sui “Requisiti professionali per il commercio” nonché un modulo sui “Riferimenti normativi e legislativi in ambito socio sanitario” rientrante nel corso di studi per l’acquisizione dell’attestato di Operatore socio sanitario.