E-commerce
E-commerce
adv

L’e-commerce, ormai, ha una grandissima diffusione, ma porta solo vantaggi o ci sono anche dei pericoli? Scopriamolo dal punto di vista sia del venditore sia del compratore

L’e-commerce si riferisce a quell’insieme di transazioni tra venditore e compratore tramite l’uso di mezzi elettronici. Negli ultimi anni la sua diffusione è talmente ampia che sta sostituendo piano piano il negozio tradizionale. Sicuramente una grande opportunità per le aziende e una grande comodità per gli acquirenti, ma è tutto oro quello che luccica? Oltre gli effetti positivi scopriamo i possibili svantaggi.

E-commerce: i vantaggi per le aziende e per i compratori

Il vantaggio principale dell’e-commerce per le aziende è quello di avere la possibilità di vendere i propri prodotti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, senza limiti geografici. Non solo i grandi marchi e le grandi catene, ma anche un piccolo negozio può sfruttare tale possibilità e non limitarsi alla vendita solo nel luogo in cui è collocata fisicamente.

Un altro effetto positivo dell’e-commerce è lo slancio che può dare a delle piccole imprese che hanno da poco iniziato la loro attività, infatti, con un budget relativamente basso, si può iniziare a vendere online con la possibilità anche di risparmiare senza prendere in affitto dei locali. Inoltre, grazie a delle strategie di web marketing, si possono creare in maniera sempre più precisa messaggi promozionali mirati per rintracciare possibili clienti.

L’e-commerce porta anche notevoli vantaggi anche per gli acquirenti. Comodamente seduti da casa o da qualsiasi altro luogo, si possono comprare tutti i prodotti desiderati con pochi click. Inoltre, si ha la possibilità di una grande scelta, se si cammina per le strade di un quartiere o di un paese, i negozi e i prodotti a disposizione sono sempre, o quasi, gli stessi, con l’e-commerce, invece, si ha una molteplicità di scelta. Possiamo comprare in tutto il mondo.

E-commerce
E-commerce

Attenzione ai pericoli

Tutto quello fin qui detto sull’e-commerce può sembrare a una prima lettura entusiasmante, ma occorre esaminare l’altra faccia della medaglia: i possibili svantaggi.

Il primo pericolo è la sensazione di mancanza di fiducia. Quando si compra online, molte persone hanno la paura di poter essere oggetto di truffa o di inganno. Questo deriva dalla mancanza di contatto fisico e verbale con il venditore. In un negozio tradizionale, si instaura spesso, un rapporto fiduciario tra commerciante e acquirente, difficilmente ripetibile online. Questa difficoltà si può superare con alcune strategie di customer care: call center, chat sul portale e altre strategie di supporto al cliente che possono migliorare la fiducia nei confronti del venditore.

Un’altra difficoltà dell’e-commerce è la mancanza di toccare con mano il prodotto. Spesso capita di ordinare un oggetto online che dalle foto sembra perfetto, per poi ritrovarsi con un qualcosa di diverso dal previsto. Un grave danno per il consumatore, ma anche per l’azienda che ha deluso le aspettative del cliente che sicuramente non tornerà a comprare. Come fare? Bisogna curare con la massima attenzione la scheda tecnica del prodotto e creare delle foto accattivanti ma veritiere, solo così si può conquistare la fiducia del compratore e la sua fidelizzazione.

Un altro ostacolo è la diffidenza di pagare online con il proprio bancomat. La paura che i propri dati possono essere rubati è sempre molto grande, ma oggi le procedure di sicurezza garantiscono un elevato grado di tranquillità.

L’e-commerce, quindi, può dare una grande opportunità a tutte le aziende, grandi e piccole, ma occorre curare un aspetto fondamentale: la fiducia del cliente.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.