Elon Musk Tesla Roadster Macchina elettrica orbita Marte starman
adv

Vedere un auto viaggiare nello spazio è sicuramente il sogno di molti appassionati di fantascienza e automobili lì fuori. Nove mesi fa Elon Musk ha reso il loro sogno realtà, almeno in parte dato che non è stato possibile per nessuno salire a bordo del veicolo, lanciando una Tesla Roadster a bordo di un razzo Falcon Heavy.

L’automobile, guidata dal manichino Starman, in tutta la sua bellezza, rossa fiammante, ha qualche giorno fa superato l’orbita di Marte. La notizia è stata divulgata da SpaceX tramite un tweet con un affettuoso omaggio allo scrittore Douglas Adams.

Nel tweet di SpaceX, infatti, è umoristicamente menzionata la prossima fermata della Tesla Roadster, ovvero “il ristorante al termine dell’universo”. Non è questo, però, l’unico riferimento ai libri di Douglas Adams che Elon Musk ha voluto ricordare nella sua missione.

Elon Musk Tesla Roadster Orbita Starman

Guida galattica per gli autostoppisti, di cui Elon Musk è un grande appassionato, ha infatti ispirato la scritta “Do not Panic!” presente sull’automobile. Non a caso troviamo la frase particolarmente calzante con ciò che stiamo per dirvi: vi è un rischio di collisione fra la Tesla Roadster e il nostro pianeta.

Il motivo per il quale non vi è urgenza di andare nel panico è per via delle probabilità bassissime che ciò accada: solo il 6%… nel prossimo milione di anni! Non c’è quindi da preoccuparsi, almeno non per voi che state leggendo questo articolo.

Qualora vi fosse vita su Venere, neanche i suoi abitanti avrebbero di che temere, poiché le probabilità di uno schianto con quest’ultimo pianeta sono perfino più basse: 2,5% nello stesso milione d’anni.

La Tesla non farà mai più rientro?

Non per questo, però, la Tesla Roadster non si avvicinerà più alla Terra. Nel 2091 solo poche decine di migliaia di chilometri dovrebbero separare il suolo terrestre da Starman e dal suo veicolo. Per scoprire precisamente l’orbita della Tesla Roadster vi ricordiamo che collegandosi al sito whereisroadster avrete una situazione aggiornata della posizione dell’auto elettrica.

Masticando un po’ di inglese, inoltre, vi sarà possibile leggere sul fondo le informazioni fondamentali per scoprire come stia procedendo il viaggio spaziale della Roadster. Per chi non fosse pratico con questa lingua, vi traduciamo le informazioni fondamentali del sito qui in italiano.

“Ma dov’è questo veicolo? La sua posizione è al momento  chilometri dalla Terra, muovendosi alla velocità di … chilometri orari.”

“La macchina dista … chilometri da Marte, allontanandosi dal pianeta alla velocità di … chilometri orari.”

“Supponendo che la batteria funzioni ancora, Starman ha ascoltato Space Oddity volte dal lancio in un orecchio, e Is there Life On Mars? volte nell’altro orecchio.”

“Sono passati … mesi, … giorni, … ore, … minuti e … secondi dal lancio.”

Gli spazi lasciati vuoti saranno calcolati in tempo reale all’apertura del sito. Potrete rendervi conto del funzionamento dello stesso dai secondi che scorreranno in fondo alla pagina. Sulla destra sarà inoltre presente un’immagine corredata di legenda per mostrare la posizione della Tesla in quel momento.

Incredibilmente interessante e emozionante è pensare al grande omaggio fatto a David Bowie facendo “suonare” le sue canzoni nello spazio a Starman, chiamato come l’omonima canzone del cantante.

Da dove viene la Tesla Roadster lanciata nello spazio? 

Non è stato acquistato nuovo il bolide di Starman solo per questa missione, ma faceva parte delle auto di Elon Musk, che ha deciso autonomamente di lanciare uno dei suoi gioielli nello spazio. Lo scorso febbraio, direttamente da Cape Canaveral in Florida è stata lanciata grazie al Falcon Heavy di SpaceX e ha abbandonato il suo proprietario per esplorare l’universo.

Elon Musk Tesla Roadster Starman Foto sfondo terra

Al momento lontana dalla Terra e da Elon Musk, non sappiamo cosa stia accadendo sulla Tesla manovrata dal suo silenzioso conducente. Vi consigliamo di seguire su twitter il profilo di SpaceX per avere aggiornamenti sul tragitto dell’auto elettrica, conditi talvolta da piacevoli riferimenti alla cultura Pop tanto cara a Elon Musk.

Nonostante ora sia nel punto più lontano dalla Terra, la Tesla tornerà indietro. Con tutte le paure che i nostri discendenti potranno avere di un poco probabile schianto, nei prossimi anni la macchina elettrica rossa fiammante farà ritorno a casa… speriamo con qualche souvenir dal ristorante al termine dell’universo!