Santorini, Cicladi
Santorini, Cicladi
adv

L’eccentrico e geniale Elon Musk ha in mente un progetto per rendere più green le stupende isole greche delle Cicladi

Le Cicladi, dal greco antico ἐν κύκλῳ (in cerchio), sono un gruppo di isole greche nel Mar Egeo, a sud dell’Eubea e dell’Attica. Tra le isole principali troviamo: Delo, Nasso, Santorini e Miconos.

L’economia di questo arcipelago si basa essenzialmente sul turismo. La Tesla di Elon Musk ha deciso di sostenere un ambizioso progetto che concerne l’utilizzo su vasta scala dell’energia rinnovabile.

Musk alla conquista (ecologica) delle Cicladi

In questo ambiente una corretta e intelligente tutela dell’ambiente è di vitale importanza per impedire un disastro ambientale, che andrebbe a colpire inevitabilmente, direttamente e indirettamente, l’uomo.

Mikonos, Cicladi
Mikonos, Cicladi

Proprio partendo da questo presupposto che la Tesla ha deciso di sostenere l’utilizzo, nelle Cicladi, del fotovoltaico. Non solo, in un isolotto disabitato si vorrebbe costruire una centralina che funzioni tramite batterie elettriche green.

Se l’esperimento dovesse funzionare, gli impianti potrebbero essere utilizzati in ambienti urbani più complessi.

L’autosufficienza economica

Non tutte le isole greche dell’Egeo sono collegate alla rete energetica continentale, situazione che ha creato non pochi problemi in passato, ad esempio durante la passata estate l’isola di Hydra è rimasta a corto di energia elettrica per diversi giorni, a causa di cali energetici.

L’energia pulita non rappresenta, dunque, soltanto un progetto innovativo valido per la salvaguardia ambientale ma anche e soprattutto un potenziamento per quanto concerne il turismo, grazie al quale la Grecia ha visto giungere da tutto il Mondo ben 30 milioni di turisti.

Per avvantaggiare il settore turistico il cretese Giōrgos Stathakīs (dal 27 gennaio 2015 Ministro delle Infrastrutture, della Navigazione, dell’Economia e del Turismo nel I° Governo guidato da Alexis Tsipras), ha proposto al Parlamento Ellenico una legge per avvantaggiare il passaggio alle energie pulite da parte delle imprese alberghiere.

Legami tra la Grecia e la Tesla

Da febbraio 2017 è stata aperta all’interno del “Parco Tecnologico Democrito” dell’Attica,  un supertecnologico Centro di Ricerca e Sviluppo che ha sperimentato, in laboratorio, lo sfruttamento dell’energia pulita. Il progetto è stato portato avanti da due celebri scienziati: Konstantinos Laskaris, ingegnere e Team Leader, e Stephan Werkman, Direttore Finanziario di Tesla Europa.

Musk è fortemente interessato alla Grecia anche per un altro progetto, Hyperloop, un condotto in cui far muovere un treno supersonico, alla cui realizzazione sta collaborando anche un gruppo di scienziati ellenici.

 

Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.