adv

Rivoluzione virtuale in ambito medico in arrivo dagli Stati Uniti che farà esultare chi soffre di emicrania. Al via le sperimentazioni

Si chiama RELAXaHEAD l’applicazione per smartphone sviluppata dai ricercatori dalla New York School of Medicine, di cui si sente parlare negli ultimi giorni. Progettata su misura per chi soffre di dolori cronici alla testa (ovvero l’emicrania), è stata testata, per un periodo di tempo di 90 giorni, da 51 pazienti affetti da questo disturbo invalidante clinicamente certificato. La necessità era quella di appurare se fosse davvero in grado di mantenere quanto promesso.

Come funziona

Basata sulla tecnica del rilassamento muscolare progressivo, il principio di base è quello di ridurre stati di stress, tensione e ansia attuando, al contempo, contrazione e rilassamento di diverse parti del corpo. Il tutto in associazione a esercizi di respirazione. E l’app funge da guida che accompagna l’utilizzatore in questa terapia virtuale.

La sperimentazione

I partecipanti che si sono volontariamente proposti di testare l’app hanno un’età media di circa 39 anni. Gli è stato chiesto di registrare quotidianamente la frequenza e l’intensità del dolore, causato loro dalla patologia. Dopo le prime settimane, la frequenza di utilizzo era molto elevata. Nelle settimane successive, la percentuale si è abbassata fino ad arrivare al 29% al termine del terzo mese di utilizzo. I dati registrati evidenziano un miglioramento delle condizioni generali dei pazienti, i quali hanno affermato l’effettivo funzionamento dell’applicazione. Utilizzata per almeno 2 volte a settimana, ha aiutato a ridurre il disturbo di 4 giorni al mese rispetto agli standard di ogni soggetto partecipante al test.

Un’opportunità che può migliorare lo stile di vita    

Grazie agli effetti positivi largamente certificati, questo strumento, accessibile dal proprio smartphone semplicemente con un click, potrebbe essere di ausilio alle pratiche mediche normalmente in uso. Comodità di accesso, fruibilità immediata in ogni momento della giornata, costi ridottissimi e facilità di utilizzo sono tutti gli ingredienti che si sposano bene con i benefit ampiamente documentati dai ricercatori. Non resta, dunque, che provare!