adv

a casa editrice MS Edizioni porta in Italia una versione del tutto innovativa delle escape room: Escape Tales un’ avventura misteriosa molto avvincente

La nostra inizia con la piccola Lizzy in coma e nessun medico sa cosa le sia realmente capitato. Nel frattempo il padre della bambina è disperato, da poco ha perso la moglie e adesso rischia di rivivere il lutto a causa delle delicate condizioni della figlioletta.

Sembra che non vi sia via d’uscita all’imminente dolore, fino a quando non si scopre che in passato è già accaduta una situazione simile.

Iniziano le indagini e nel cercare qualunque spunto che possa offre un punto d’appoggio per arrivare alla soluzione ci si imbatte in un libro, al cui interno è contenuto un misterioso rituale…

Escape Room

L’intricata formula potrebbe rappresentare una possibilità per salvare la piccola Lizzy, ma la vera domanda è: “ci riuscirete?”

Per quanto l’inizio sembri un romanzo, si tratta invece dell’incipit  di Escape Tales: Il risveglio, un’ avvincente Escape Room da tavolo creato dalla casa editrice italiana MS Edizioni.

Escape Tales: le regole

Il classico Escape Room è nato in Giappone nei primi anni duemila, per poi diffondersi a macchia d’olio in tutto il resto del mondo, Italia compresa, divenendo un fenomeno di massa.

La regola principale del gioco fisico è, come dice stesso il nome, “uscire dalla stanza”. Solitamente il gioco è di gruppo, infatti alcune persone chiuse in una stanza dovranno risolvere un quantitativo di misteri per potersi liberare e uscire in una sola ora disponibile.

Escape Room

Dall’idea giapponese molte case editrici hanno pensato di riprodurre il concetto base dell’Escape Room in un gioco da tavolo, in modo che chiunque possa partecipare.

Il gioco da tavolo si basa sull’utilizzo di un mazzo di carte che descrivono i vari rompicapi i quali devono essere risolti con il contributo di tutti i partecipanti in tempo prestabilito.

Il punteggio finale sarà stabilito in base alla quantità di tempo impiegato e alla serie di bonus/malus ricevuti. Tuttavia, in questo caso l’esperienza dell’Escape Room da tavolo è un’esperienza irripetibile, dato che gli enigmi saranno stati già completati.

Escape Tales: una Escape Room misto a un gioco di grafica

Ritornando al nostro Escape Tales questa si discosta dai classici Escape Room da tavolo, infatti oltre ai soliti mazzi di carte vi sono anche altri oggetti: una plancia, segnalini, il regolamento e il Libro della Storia grazie al quale prenderà avvio l’avventura.

Date le premesse è facile capire che Escape Tales si prospetta essere alquanto particolare, ricordando a tratti l’esperienza di un punta e clicca per pc.

Innanzitutto al centro del tavolo di pone la plancia dove poi verranno sistemate le carte che simboleggiano le stanze dove si svolgerà la storia.

Con i segnalini, i quali rappresentano le riserve di azioni disponibili, si potrà interagire di volta in volta con lo scenario.

Escape tales la rinascita

Ad esempio con il segnalino si potrà la scegliere la stanza in cui iniziare a cercare, infatti dovrà essere posizionato nel punto in cui si vuol cominciare l’indagine e poi rintracciare nel Libro della Storia la pagina corrispondente alla zona scelta e leggere la descrizione con i rispettivi enigmi.

Le carte rappresentati i rompicapi dovranno essere pescate e posizionate al centro del tavolo per essere consultate da tutti i partecipanti in gioco, senza dover rispettare alcun turno.

La soluzione ai misteri dovrà essere inserita collegandosi ad un sito internet: se la risposta è corretta il sito indicherà un nuovo paragrafo da leggere per continuare la storia. Tale modalità ricorda alquanto quella di un libro-game, per questo bisognerà procedere per salvare Lizzy.

Escape Tales: dettagli ulteriori

Ogni partita ha una durata variabile, facendo una media sarebbero all’incirca 4-5 ore di gioco.

La sessione di gioco non deve essere conclusa necessariamente in una sola trance, ma può essere ripresa anche in un secondo momento salvando i progressi in un secondo momento.

Il numero di partecipanti può variare in base a se si vuole giocare con molte o poche persone.

Nel complesso il gioco risulta interessante e gli enigmi avvincenti, tuttavia resta il fatto che nonostante sia un gioco interattivo i rompicapi resteranno sempre gli stessi.

In ogni caso per il modico prezzo di 30€ ci si può divertire in compagnia, stuzzicando la mente.

Avatar
Sarnataro Carla, nata a Villaricca il 21 giugno del 1993, ha conseguito il diploma nel 2012 presso il Liceo scientifico A.M. De Carlo a Giugliano, mentre la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche psicologiche nel 2015. A luglio 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale con lode in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La scrittura è una passione recondita che pian piano sta fiorendo attraverso diversi sbocchi; la lettura l’accompagna sin da piccola insieme ad altre passioni artistiche come la pittura e il disegno.