qualificazione euro
Euro 2020, da giovedì avranno inizio le prime gare di qualificazione
adv

Tutto pronto per le prime partite di qualificazione di Euro 2020: l’Italia sarà impegnata sabato contro la Finlandia per il girone J

Da giovedì 21 marzo avranno inizio le prime gare di qualificazione di Euro 2020.

Tante le novità a iniziare dalla sede. Per festeggiare i 60 anni della competizione, la fase finale non si terrà in una sola nazione ma sarà itinerante: ben 12 città europee saranno coinvolte. La partita inaugurale si terrà all’Olimpico di Roma, la finale al Wembley Stadium di Londra.

Le altre città coinvolte saranno: Copenaghen, Bucarest, Amsterdam, Dublino, Bilbao, Budapest, Glasgow, Baku, Monaco di Baviera, San Pietroburgo e Bruxelles.

Un’altra grande novità è il numero delle squadre che si qualificheranno, si passa da 16 a 24.

La partita inaugurale sarà giovedì con la sfida tra Kazakistan e Scozia. L’Italia debutterà sabato contro la Finlandia a Udine alle 20.45.

Adesso, però, vediamo nel dettaglio i gironi che serviranno ad arrivare alla fase finale.

I primi cinque gironi e le favorite

Girone A: Inghilterra, Repubblica Ceca, Bulgaria, Montenegro, Kosovo. Poco da dire su questo girone. L’Inghilterra è la favorita assoluta, più difficile da pronosticare la seconda che si qualificherà, anche se la Repubblica Ceca dovrebbe avere la meglio.

Girone B: Portogallo, Ucraina, Serbia, Lituania, Lussemburgo. Anche qui il primo posto è quasi sicuro: il Portogallo non dovrebbe avere problemi. Il secondo posto se lo giocheranno Ucraina e Serbia con quest’ultima leggermente favorita.

Girone C: Olanda, Germania, Irlanda del Nord, Estonia, Bielorussia. Molto interessante, invece, questo girone. La Germania viene da un periodo nero di risultati e di gioco mentre l’Olanda si sta rialzando dopo la mancata qualificazione ai mondiali. Le due squadre già si sono affrontate in Nations League dove hanno prevalso gli Oranje, qui, però, le cose possono cambiare. Comunque, dovrebbero qualificarsi entrambe.

Girone D: Svizzera, Danimarca, Repubblica d’Irlanda, Georgia, Gibilterra. Un girone senza grandi nomi, ma per questo più incerto. Svizzera e Danimarca sono le favorite, ma occhio all’Irlanda che vorrà dire la sua in questa competizione.

Girone E: Croazia, Galles, Slovacchia, Ungheria, Azerbaigian. Dopo un ottimo mondiale, la Croazia sta vivendo un periodo di difficoltà, nonostante ciò è la favorita di un girone non semplice. Il Galles di Bale e la Slovacchia di Hamsik, infatti, possono creare seri problemi.

qualificazione euro
La nazionale italiana è pronto a riscattarsi dopo le ultime delusioni

Gli ultimi 5 gironi e l’Italia

Girone F: Spagna, Svezia, Norvegia, Romania, Isole Faroe, Malta. Un girone semplice per la Spagna che non dovrebbe avere problemi a prendere il primo posto. Dietro la squadra iberica dovrebbe qualificarsi la Svezia.

Girone G: Polonia, Austria, Israele, Slovenia, Macedonia, Lettonia. La Polonia dei bomber “italiani” Milik e Piatek ha il primo posto quasi assicurato, dietro di lei lotta a tre tra Austria, Israele e Slovenia con la prima favorita per la qualificazione.

Girone H: Francia, Islanda, Turchia, Albania, Moldavia, Andorra. Girone con qualche insidia per i transalpini, favoriti sì ma devono guardarsi le spalle dagli islandesi e dai turchi.

Girone I: Belgio, Russia, Scozia, Cipro, Kazakistan, San Marino. I favori del pronostico sono tutti per il Belgio. Per il secondo posto è un discorso solo tra Russia e Scozia e, dopo il buon mondiale, i primi sono favoriti.

Girone J: Italia, Bosnia-Erzegovina, Finlandia, Grecia, Armenia, Liechtenstein. Dopo anni di cocenti delusioni, culminata con la mancata qualificazione ai mondiali, sembra arrivato il momento del riscatto per l’Italia. Dopo le ultime buone prestazioni e un girone tutt’altro che complicato gli azzurri sono i probabili vincitori del gruppo.