Facebook News come funziona e quando arriverà in Italia
adv

Facebook News è già arrivato negli Stati Uniti e presto sarà realtà anche in Italia: come funziona la nuova piattaforma di notizie social

Facebook News è ormai realtà e presto tutti gli utenti della piattaforma social vedranno comparire una nuova sezione, interamente dedicata alle notizie, nella home dell’app di Zuckerberg. La nuova sezione è stata lanciata ufficialmente lo scorso 25 ottobre negli Stati Uniti, ma solo per un numero assai limitato di utenti. Nella prima fase si è trattato difatti di una sperimentazione che ha riguardato circa 20000 persone.

Già nei primi giorni del nuovo anno Facebook News sarà però a disposizione di un numero sempre maggiore di americani, fino a coinvolgere in breve lasso di tempo tutto il pubblico statunitense. Nel corso dei primi mesi del nuovo anno Facebook News dovrebbe poi sbarcare anche in Europa.

Facebook News: un antidoto per combattere le fake news

Il lancio di Facebook News ha come obiettivo primario quello di porre un freno al proliferare delle fake news sulla piattaforma social, attraverso l’apertura di una sezione esclusivamente dedicata alle notizie. Questa speciale sezione ospiterà solo le testate giornalistiche riconosciute ed ufficiali. I post pubblicati saranno monitorati da un team che avrà il compito di verificare tutti i contenuti pubblicati.

Gli algoritmi di Facebook selezioneranno i contenuti da far apparire nelle bacheche dei singoli utenti, in base alle preferenze e agli interessi di questi ultimi.

A capo della sezione notizie di Facebook negli USA c’è Alma Dale Campbell Brow, figura storica del giornalismo a stelle e strisce e con un curriculum che può vantare collaborazioni con CBC e CNN. Si tratta di un nome di garanzia, che testimonia della serietà dell’approccio alla materia da parte di Zuckerberg e del suo staff.

Un nuovo tentativo di monetizzare l’app

L’accesso alla nuova sezione notizie di Facebook sarà completamente gratuito anche per le testate giornalistiche autorizzate a pubblicare contenuti. Ciò non vuol dire che i giornali non ne trarranno vantaggio. In realtà, le testate guadagneranno in base al numero di visualizzazioni che i contenuti pubblicati avranno ottenuto. Ciò, almeno in teoria, potrebbe causare un’ulteriore invasione di notizie di bassa qualità, tese solo ad ottenere il maggior numero di visualizzazioni possibili. Pertanto, risulterà comunque fondamentale il lavoro di background del team di Facebook nel controllo dei contenuti.

Per ora, negli Usa, alla nuova iniziativa hanno partecipato immediatamente le testate più autorevoli: New York Times, Washington Post, Wall Street Journal. Resta da scoprire quale sarà l’atteggiamento che il social assumerà verso i giornali, reali o presunti, che attualmente diffondono notizie fasulle sul web.

Facebook, dal canto suo, otterrà nuovi introiti grazie alle inserzioni pubblicitarie. Pur nell’assenza di un calendario definito per l’arrivo di Facebook News in Europa e in Italia, tutto lascerebbe pensare che ciò avverrà nella primavera del 2020.