adv

“Finalmente la Fase 2”. Questo è quello che avranno pensato tutti gli sportivi che con il nuovo DPCM del mese di maggio potranno tornare ad allenarsi, seppur con le dovute restrizioni

“The Italian time”, questo pare sia il nome scelto per il decreto che accompagnerà gli italiani nella Fase 2 e nel quale, tra le altre cose, saranno specificate le modalità di ripresa dell’attività sportiva.

Allenamento si, ma con cautela

Quello che già sappiamo con certezza, grazie all’intervento del Presidente Conte, è che sarà possibile fare attività individuale dal 4 maggio con una distanza di almeno 1 o 2 metri a seconda dell’intensità dell’attività svolta e soprattutto ci si potrà allontanare dalla propria abitazione.

Gli atleti professionisti e non che stanno effettuando preparazioni per i prossimi eventi, e quelli di interesse nazionale, potranno poi tornare ad allenarsi, sempre però in maniera individuale.

Per gli sport di squadra l’attesa sarà più lunga e potranno tornare ad allenarsi dal 18 maggio.

Gli impianti sportivi potranno riaprire solo per gli atleti di interesse nazionale indicati da Coni, Cip e Federazioni. Restano chiuse palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori e centri benessere.

Resta valida comunque l’autonomia delle amministrazioni regionali e tali indicazioni nazionali potrebbero quindi variare tra regione e regione.

Il decalogo per chi pedala

La ACCPI (Associazioni Corridori Ciclisti Professionisti Italiani), appresa la notizia della ripresa delle attività agonistiche e non, ha stilato un decalogo di consigli utili per i cicloamatori e per i professionisti in vista della ripartenza, condiviso anche dalla FCI.

#iovadoinbici è l’hashtag/slogan con cui si è scelto di pubblicizzare l’iniziativa sul sito istituzionale dell’Accpi auspicandosi un forte “passaparola”. Ecco le 10 regole:

01 SCEGLI L’USCITA SOLITARIA

PEDALA DA SOLO ED EVITA STRADE AFFOLLATE.
Mantieni la distanza minima, così proteggi tutto il gruppo;

02 SFIDA TE STESSO, NON I CONFINI

RESTA NEL RAGGIO DELLA TUA REGIONE.
Così domani correrai dove vuoi.

03 DIFFONDI SOLO BUON SENSO

COMBATTI I GERMI, CONTIENI SALIVA E MUCO CON FAZZOLETTI MONOUSO.
Così respiri e fai respirare meglio.

04 FAI BRILLARE IL TUO TALENTO

IGIENIZZA SPESSO E NON SPARTIRE LA BORRACCIA.
Così condividi pulizia e sicurezza.

05 DIFENDI IL TUO PANORAMA

RIPONI I RIFIUTI IN TASCA O NEI CESTINI.
Così ogni scatto ti verrà naturale.

06 – OCCHI APERTI, DIETRO LE LENTI

RICORDATI DI UTILIZZARE GLI OCCHIALI.
Così ti proteggi e volgi lo sguardo al futuro.

07 – COPRI IL VOLTO, SCOPRI LA GRINTA

PORTA CON TE MASCHERINA, GUANTI MONOUSO O GEL IGIENIZZANTE.
Così la vittoria tornerà a sorriderti.

08 GODITI UNO SPLENDIDO RIPOSO

A FINE ALLENAMENTO IGIENIZZA L’ATTREZZATURA.
Così ti prepari meglio per la prossima uscita.

09 ALLENA TUTTI AL BUON ESEMPIO

DIFFONDI QUESTI VALORI NEL TEAM, TRA AMICI E APPASSIONATI DI TUTTE LE ETA’.

Così correrete di nuovo insieme.

10 #IOVADOINBICI

SCELGO LA BICI COME MEZZO DI TRASPORTO PER LE MIE ATTIVITÀ.

Così rispetto chi amo, l’ambiente e il prossimo.

L’auspicio è che l’uso della bicicletta si estenda, visti anche i nuovi contributi previsti per l’acquisto, e non resti solo un mezzo per svolgere attività motoria, ma diventi anche un mezzo di trasporto utile per andare a lavoro, a fare la spesa…

Un mezzo che favorisce il mantenimento del distanziamento sociale molto più dei comuni autobus o metropolitane.

Roberta Santillo