adv

Si chiama “Don’t play this artist” e permette di rimuovere per sempre i suggerimenti sgraditi

«Non toccare il mio Spotify, altrimenti rovini la playlist generando nuovi suggerimenti». Quante volte abbiamo sentito questa ammonizione in macchina con gli amici, oppure in palestra? Già, perché siamo tutti convinti di avere pieno controllo sul nostro abbonamento Spotify e detestiamo ricevere suggerimenti nella playlist che non rispecchino i nostri gusti e preferenze.

Eppure finora una gestione del tutto autonoma ed “ego riferita” dei brani in sequenza è stata un’utopia. Nel senso che, come ben sanno tutti gli abbonati, ogni tanto Spotify invia suggerimenti che non c’entrano; che (è proprio il caso di dirlo) rappresentano una nota stonata.

Un progetto lungo

Proprio per questo, la piattaforma sta cercando di ovviare all’inconveniente, mettendo a punto una nuova funzione. Lassù in Svezia – quartiere generale dell’azienda – si vuol garantire finalmente agli abbonati la possibilità di escludere la musica in streaming “indesiderata”.

Per la verità, l’opzione è in fase di progettazione e sviluppo dal 2017. Tuttavia, i programmatori hanno dato nuovo impulso al piano dopo il caso di R. Kelly, il rapper “cancellato” dallo streaming per le accuse di violenza e abusi sulle donne. In principio, l’equipe aveva rimosso manualmente l’autore e le sue hit dalle playlist, ma evidentemente il sistema si è rivelato poco pratico.

Le altre novità di Spotify

La nuova funzione ora è in sperimentazione sui dispositivi iOS (ma non nella versione desktop e web) negli Stati Uniti. Dopo essere stata diffusa, metterà in condizione gli oltre 170 milioni di iscritti di escludere una volta per tutte le tracce non gradite. Basterà cliccare sui tre puntini (“…”) per attivare il comando “Don’t play this artist”.

Ma le novità da Spotify non finiscono qui. Una nuova opzione è già disponibile per tutti gli appassionati di astrologia: da qualche giorno è possibile creare una playlist in base allo zodiaco. Si chiama “Cosmic Playlist” la selezione pensata per i dodici segni a cura dell’astrologa Chani Nicholas. Gli elenchi brani si aggiornano di continuo, in base a temi e circostanze astrali, ogni mese differenti.

I miei genitori mi diedero due nomi, Giovanni e Luca: idea elegante, ma poco pratica. Per fortuna, rimediarono soprannominandomi in modo più semplice Gianluca. Ho 38 anni e sono un ragazzo della provincia: Palma Campania, precisamente; scoprire dove si trovi è una sfida avvincente. La mia attività principale è subire le conseguenze dell'essermi abilitato giornalista professionista. Dopo aver maturato alcune esperienze in redazioni radio e TV, oggi scrivo di spettacoli, televisione e teatro principalmente, sebbene ami molto di più il cinema: l'importante nella vita è fare scelte coerenti. Per PSB Privacy e Sicurezza, mi occupo di tecnologia e video game, mantenendo l'obiettivo di informare e, nel contempo, aprire una finestra di aria fresca e leggera sulle notizie.