Firefox rilancia e distribuisce la versione top del suo browser
adv

La risposta del principale competitore della casa di Cupertino non si è fatta attendere

I miglioramenti della nuova versione di Firefox (ossia Firefox 62) riguardano le piattaforme Windows, macOS e Android. Andiamo a vederli nel dettaglio.

Compleanni e nuove release

In occasione del suo ventesimo compleanno Google Chrome ha lanciato la sua nuova versione, motivo in più per Mozilla Firefox di ribattere colpo su colpo.

Il confronto nel settore dei browser si fa sempre più serrato e gli aggiornamenti si rincorrono tra i principali contendenti. Nonostante le prestazioni dei device divengano sempre più spinte e le velocità di elaborazione risultino impressionanti anche sui modelli entry level, tuttavia la crescita esponenziale dei contenuti multimediali trasmessi attraverso la rete mette a dura prova i software di interfaccia che non tengono il passo.  Anche la sicurezza sta chiedendo un cambio di tecnologia e prevenire gli attacchi degli hacker consuma sempre più potenza di elaborazione e tecniche raffinate di ottimizzazione del flusso delle istruzioni.

In pratica, i browser devono evolvere in modo estremamente rapido per consentire fluidità nelle presentazioni sugli schermi e gestire in modo estremamente raffinato gli swap tra memoria centrale e periferica.

Quali le innovazioni

Particolarmente evidente è la modifica collegata alla pagine Nuova Scheda, che ora mostra fino a quattro righe di collegamenti tra siti preferiti, articoli salvati su Pocket ed altri segnalibri. Di particolare interesse per alcuni che hanno a cuore la propria privacy, ora è disponibile un toggle che consente in modo rapido di commutare tra modalità antitracciamento o modalità normale.

Dal punto di vista più squisitamente tecnico e, ovviamente, poco visibile ai non addetti ai lavori, i miglioramenti sono importanti anche se non sensazionali. Brevemente passiamo in rassegna quali sono le variazioni, piattaforma per piattaforma.

Cosa c’è di nuovo nei browser su Personal Computer e smartphone

Windows è la piattaforma storicamente più importante: qui è stato migliorato il rendering dei contenuti grafici senza coinvolgimento dell’acceleratore hardware, aggiunto il supporto a CSS Shapes e CSS Variable FOnts, garantendo maggiore versatilità nella visualizzazione dei siti web costruiti senza rispettare pienamente gli standard. Per i non esperti, le CSS Shapes forniscono ai web designer un miglioramento dell’aspetto delle pagine web, che altrimenti avrebbero contenuti esclusivamente di forma rettangolare. Tramite esse, infatti, il contenuto è posizionabile all’interno e attorno a forma complesse ed arbitrarie.

Per Android la principale innovazione è rappresentata dalla fluidità dello scrolling delle pagine durante l’utilizzo in modalità Wi-fi.

Sui dispositivi della Mela di Cupertino ora gli applet Flash girano in una sandbox dedicata, migliorandone la sicurezza. All’atto del logout da Firefox Sync, è possibile poi cancellare completamente il proprio profilo, compresi dati quali le password, la cronologia, i preferiti e molto altro.

Nata a Napoli nel 1993, Federica Amodio è laureata magistrale in Scienze e Tecnologie Genetiche presso il centro di ricerche genetiche BIOGEM 110 con lode. La sua tesi di laurea, verte sui meccanismi di regolazione del gene Zscan4 da parte dell’acido retinoico nelle cellule staminali embrionali murine. L’espressione di questi geni regolano le prime fasi per lo sviluppo degli embrioni. Per lungo tempo ha collaborato con il centro per una pubblicazione scientifica inerente al suo progetto di tesi.