FlexPai Royole inaugura l’epoca degli smartphone flessibili
adv

Royole FlexPai è il primo smartphone flessibile della storia: battute sul tempo Samsung e Huawei. Scheda tecnica, prezzo, uscita in Italia

FlexPai è il primo smartphone flessibile al mondo. Nessun top brand dietro questo modello: l’azienda cinese Rouyu, occidentalizzata in Royole, ha battuto tutti sul tempo. I modelli equivalenti di Samsung e Huawei giungeranno infatti sul mercato solo nei i primi mesi del 2019 (ne avevamo parlato qui). Una precisazione è d’obbligo: pur trattandosi di un dispositivo già disponibile all’acquisto, non si tratta del modello definitivo, bensì di un prototipo. La versione attualmente in vendita subirà migliorie nei prossimi mesi, fino alla commercializzazione della versione standard finale.

Ecco tutte le caratteristiche del nuovo smartphone, così come sono emerse durante l’evento di presentazione ufficiale dello scorso 31 ottobre, tenutosi a Pechino.

Royole FlexPai: dimensioni

L’azienda cinese Royole è stata parca di informazioni sulle dimensioni effettive del FlexPai e queste non sono attualmente disponibili nemmeno consultando il sito ufficiale del brand. Ciò nonostante, sappiamo che lo smartphone, quando è completamente aperto, ha un display dalla diagonale di 7,8 pollici, simile a quelle di un piccolo tablet. Il rapporto d’aspetto è un classico 4:3; ciò comporta la comparsa delle bande nere superiore ed inferiore quando si visualizzano contenuti in 16:9. Le cornici laterali sono spesse e ben visibili, contrariamente alla moda del momento.

Uno dei pochi dati tecnici trapelati riguarda lo spessore, che è simile a quello di un comune smartphone: 7,6 mm. Chi deciderà di acquistare il nuovo FlexPai dovrà, però, essere consapevole del fatto che si tratta di un dispositivo che non entra in tasca, probabilmente nemmeno quando è piegato in due. In questo caso, infatti, il display misura circa 4 pollici, ma lo spessore è raddoppiato e raggiunge i 15,2 mm.

In compenso, nonostante l’apparente fragilità, dovrebbe trattarsi di un dispositivo resistente. Royole ha voluto tranquillizzare tutti coloro che nutrivano dei dubbi sulla capacità di resistenza dello schermo, affermando che il FlexPai è stato testato per resistere ad almeno 200.000 piegature o distensioni.

FlexPai 3 display

Royole FlexPai: display

Il display è un pannello AMOLED, con una risoluzione totale di 1920 x 1440 pixel nella modalità “expanded”. La densità è di 308 pixel per pollice. Le specifiche tecniche emerse sono quelle di un buon display, ma non paragonabile a quelli di Samsung, LG, o dell’ultimo Xperia Z3 di Sony.

Quando viene piegato in due, i display passano da uno a tre. Questo avviene perché, oltre alla parte frontale e a quella posteriore, il bordo laterale del dispositivo presenta a sua volta un piccolo display, sul quale compaiono le icone relative a chiamate, messaggi, email, etc. La risoluzione del display frontale è di 810 x 1440 pixel e la modalità di visione è 16:9. Il display posteriore ha invece una risoluzione di 720 x 1440 pixel e una modalità di visione di 18:9, simile a quella della maggior parte degli smartphone di ultima generazione. Infine, il terzo piccolo display laterale, che potremmo paragonare alla costa di un libro, ha risoluzione di 390 x 1440 pixel.

Royole FlexPai: scheda tecnica

Anche riguardo le caratteristiche software e hardware del nuovo smartphone, Royole è stata avara di dettagli, per cui possiamo riportare solo informazioni di carattere generale. Il Royole FlexPai è equipaggiato un processore di nuovissima generazione, lo Snapdragon 8150, un octa-core fino a 2,8 GHz. Lo stesso processore, riadattato (si chiamerà probabilmente Snapdragon 855), dovrebbe essere in dotazione a molti dei top di gamma del prossimo anno.

Lo smartphone è disponibile in diversi tagli di memoria: la versione base ha 6 GB di memoria RAM e uno spazio di archiviazione interno pari a 128 GB. Sono inoltre disponibili due ulteriori versioni, rispettivamente da 8/256 GB e 8/512 GB.

Il sistema operativo è basato su Android, aggiornato alla versione 9 Pie e personalizzato dall’interfaccia Water OS.

Royole FlexPai: fotocamera, autonomia e prezzo

Royole FlexPai è provvisto di un modulo a doppia fotocamera per scattare foto e girare video fino alla risoluzione del 4K. Il sensore principale è da 20 Mpx, mentre l’altro sensore è da 16 Mpx; le indiscrezioni trapelate fanno riferimento ad un obiettivo grandangolare e a un teleobiettivo.

Il dispositivo è equipaggiato con una batteria da 3800 mAh, che dovrebbe garantire una buona autonomia. Il supporto alla ricarica rapida Ro-Charge garantisce il recupero dell’80% circa di carica in un’ora.

Royole FlexPai non è uno smartphone adatto a tutte le tasche: la versione da 6 GB di RAM e 128 di ROM costa l’equivalente di 1388 euro; il taglio 8/256 GB costa invece 1539 euro, mentre la versione da 8/512 GB raggiunge la cifra di 1640 euro. Vendite già iniziate sul mercato cinese, a breve giungeranno anche le versioni europea ed americana.