bus
FlixBus
adv

La realtà virtuale è approdata anche su FlixBus, ad allietare ulteriormente le ore di viaggio dei suoi passeggeri

È già in funzione l’ultimo servizio di FlixBus, l’azienda di trasposti lowcost nata nel 2011 a Monaco di Baviera, fondata da Daniel Krauss, Jochen Engert e André Schwämmlein. La realtà virtuale è stata adoperata da FlixBus per ora solo sui bus diretti o in partenza da Las Vegas.

Cosa offre la VR

 I passeggeri possono usufruire dei Visori Virtuali, avendo la possibilità di scegliere tra oltre 50 giochi. I games offrono esperienze statiche o decisamente più dinamiche, nonché opzioni altamente interattive: sarà possibile esplorare i ghiacciai artici con tanto di pinguini o addirittura fare snorkeling tra i fondali del Mar Rosso.

realtà virtuale
Realtà Virtuale

Per ora questa incredibile prestazione resta solo un prototipo circoscritto alle aree di Tucson, Phoenix, Los Angeles e San Diego. Il test durerà 3 mesi e darà la possibilità ai viaggiatori di utilizzare gratuitamente i visori tramite la prenotazione di un biglietto panoramico (il posto finestrino).

Come funziona il servizio

I visori vengono distribuiti gratuitamente ai clienti insieme agli auricolari VR stand-alone Pico Goblin 2, sviluppati da Pico Interactive.

Visori
Visori

Alla Inflight VR è affidato il compito di aggiornare i visori con i software più funzionali alle necessità dei viaggi. L’azienda di trasporti conta molto su questo servizio: attualmente FlixBus ha deciso infatti di riservare la VR solo alle tratte coi percorsi migliori, in quanto, strade dissestate o sdrucciolevoli, potrebbero procurare spiacevoli esperienze ai viandanti (mal di testa, ecc.).

I traguardi di FlixBus

Flixbus ha già ricevuto ottimi responsi dai passeggeri che hanno utilizzato la Realtà Virtuale nei test effettuati sui circuiti spagnoli e francesi.

FlixBus è ormai diventata una realtà affermata nei viaggi lowcost. Oggigiorno l’azienda è attiva su oltre 12 mila tratte, incluse quelle su rotaia (FlixTrain), e gestisce circa 200.000 corse giornaliere. Dopo il boom europeo, FlixBus è approdato nel 2018 negli States (California, Arizona, Nevada) dove sta già ottenendo numeri da capogiro.

La Realtà Virtuale si attesta solo come l’ultimo successo della società di trasporti, che dopo aver ottenuto una risonanza intercontinentale, punta oggi ad offrire servizi che possano rendere confortevoli le ore di viaggio trascorse sui bus, dai suoi passeggeri.