adv

 

Ieri pomeriggio il dramma sul lavoro a Foggia, operaio cade giù dal tetto di un capannone sulla Tangenziale 673, alto 10 metri

L’operaio è stato subito ricoverato, in gravi condizioni, presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

La dinamica

Ieri pomeriggio nei pressi di un capannone della Tangenziale di Foggia 673, un operaio di età compresa tra i 30 anni, è precipitato dal tetto durante le operazioni di manutenzione ed è caduto sul suolo dopo un pazzesca caduta di dieci metri.

E’ stato immediatamente trasportato d’urgenza in codice rosso a bordo di un’ambulanza agli Ospedali Riuniti di Foggia, e poco dopo l’operaio è stato caricato su un elicottero ed è ora ricoverato presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo in condizioni molto gravi.

Noemi e Pasquale

Le buone notizie 

Le buone notizie provengono direttamente dal profilo Facebook della moglie dell’operaio con un messaggio dal letto d’ospedale: “Ringraziando il Signore sta bene”. La moglie Noemi rassicura tutti postando un selfie direttamente dal letto dell’ospedale.

2^ Incidente sul lavoro

Questo è il secondo caso di incidente sul lavoro per caduta da un tetto, infatti il primo incidente è avvenuto il 17 Settembre ed è stato purtroppo mortale.

 

Ricordiamo l’accaduto:

Un operaio di 67 anni di Termoli, in provincia di Campobasso, è morto sul colpo cadendo dal tetto di un edificio mentre stava montando una grondaia.

Il dramma si è svolto questa mattina sull’isola di San Domino, nell’arcipelago delle Tremiti. L’uomo stava eseguendo dei lavori quando ha perso l’equilibrio cadendo da un’altezza di circa 4 metri. Sul posto sono intervenuti gli addetti del 118 che hanno fatto il possibile per rianimare la vittima. I carabinieri stanno ricostruendo la dinamica dell’incidente.

Dati INAIL

Le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro tra gennaio e dicembre sono state 641.261 (+0,9% rispetto allo stesso periodo del 2017), 1.133 delle quali con esito mortale (+10,1%). In aumento anche le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 59.585 (+2,5%)